1960: Il ballo dei re a Napoli - Montedidio racconta...

Stampa/PDF
Palazzo Serra Di Cassano trasuda storia  da ogni lastra di piperno del suo magnifico scalone, dai marmi e dagli arredi, luogo simbolo della collina di Pizzofalcone, meglio nota ai napoletani come Monte di Dio, ha ospitato la serata inaugurale della mostra fotografica “1960: Il ballo dei Re a Napoli”, anteprima della prima edizione di “Monte di Dio racconta”, manifestazione culturale ideata e organizzata da Interno A14, Amici di Palazzo Serra di Cassano e Iuppiter Group.


In mostra foto e documenti del ballo che si tenne nel 1960 nei saloni del palazzo appena restaurato, e al quale parteciparono esponenti del jet set internazionale come la Callas, Onassis e gli Agnelli, i regnanti di tutto il mondo e gli sportivi delle regate veliche legate alle Olimpiadi. L’ evento suscitò ammirazione, invidia e polemiche e segnò per la città un momento di particolare lustro in un’epoca che guardava al futuro con fiducia e speranza.

Nel corso della serata hanno ricevuto il premio “Montedidio”:
- il regista Alessandro D’Alatri per la regia della fiction televisiva “I bastardi di Pizzofalcone 
-Gianluca Minin, geologo e presidente dell’Associazione Borbonica sotterranea
- Maria Rosaria de Devitiis, Presidente regionale del Fai;
- Annalisa Renzulli, attrice protagonista dello spettacolo
“Eleonora Pimentel Fonseca, con civica espansione di cuore” che ogni primo week end di mese sarà ospitato nelle sale del palazzo;
-Massimiliano Marotta, Presidente dell’Istituto Italiano per gli Studi filosofici, che ha ricordato ai presenti le antiche origini della collina di Pizzofalcone, primo insediamento greco, legata all’isolotto di Megaride e alla sirena Partenope, e quella degli uomini illustri che hanno fatto la storia di Palazzo Serra e della città.

Presente Francesco serra di Cassano ed alcuni rappresentanti della vicina Nunziatella, la serata si è conclusa con i saluti dell’assessore Daniele, compiaciuto per l’alto numero di turisti presenti in città, e con la visita alla mostra.

L’appuntamento è per i prossimi giorni, fino al 16 dicembre, con visite guidate, reading di poesie, racconti sulla città, una rassegna di cortometraggi e il tributo all’attore Enzo Cannavale.

La prima edizione di Montediodio racconta, col patrocinio di Regione campania, Comune di Napoli e Centro Formazione e Sicurezza Napoli, in collaborazione con la Scuola Militare Nunziatella, La Galleria Borbonica, L’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, la Film Commission e la River Studio, si terrà a maggio 2019 e prevede 4 giorni di eventi letterari, spettacoli teatrali, appuntamenti musicali e cinematografici, mostre, visite guidate e degustazioni con lo scopo di far conoscere il mondo di Pizzofalcone, i suoi tesori artistici e culturali e le sue storie.

Ed ecco alcuni video dell'evento:





Stampa/PDF
1960: Il ballo dei re a Napoli - Montedidio racconta...