70 Anni di Costituzione. Una Carta da vivere

Stampa/PDF

Docenti di università e delle scuole primarie e secondarie, studenti di scuole medie e superiori di Roma e Napoli, costituzionalisti, personalità della cultura e della politica si sono confrontati ieri a Roma sul tema della Costituzione nel luogo dove venne firmata, la Sala della Regina della Camera dei Deputati.

Nel settantesimo anniversario della nostra Carta Costituzionale, AIDU-Associazione Italiana Docenti Universitari ha organizzato la conferenza "70 Anni di Costituzione. Una Carta da vivere", per affermare l’importanza e il valore della nostra Costituzione e per supportare, affinchè venga al più presto approvata dal Parlamento, la proposta di legge, di iniziativa popolare, che vuole presente con propria autonoma dignità lo studio della Costituzione nelle Scuole di ogni ordine e grado.

Presenti all'incontro tre scolaresche con i loro docentil’Istituto comprensivo Virgilio IV di Scampia (Napoli); l’I.T.I.S. Serra dei Quartieri Spagnoli (Napoli); l’Istituto comprensivo Via delle Azzorre di Ostia Lido, Roma.  

Oggi sempre più ci si interroga su quanto gli italiani abbiano consapevolezza del valore e dell’importanza della Costituzione per la nostra identità di popolo e per il nostro vivere civile.

Ed è sempre più evidente per chi con i giovani si relaziona ogni giorno, i docenti, il bisogno di una più approfondita conoscenza della Costituzione affinché le nuove generazioni abbiano la possibilità di avvicinarsi alla Carta metodicamente, lungo tutti gli anni della formazione scolastica, per un arricchimento personale e per poter declinare ancor più negli anni della maturità amore e rispetto per la democrazia.

All’incontro, moderato dal giornalista Rai Francesco Giorgino, hanno partecipato Gian Candido De Martin, Emerito di diritto pubblico Luiss di Roma; l’onorevole Stefano Ceccanti, Ordinario di diritto pubblico comparato Sapienza e Deputato; Eugenio Gaudio, Rettore dell’Università La Sapienza di Roma; Salvatore La Rosa, Ordinario Facoltà di Economia, Università di Palermo; Carlo Mosca, Consigliere di Stato; Cristina Giachi, Presidente Commissione Politiche educative ANCI; Felice Mercogliano, Associato Diritto romano Università di Camerino; Luciano Corradini, Presidente emerito AIDU.

Come spiega Alfonso Barbarisi, presidente nazionale AIDU: “La Costituzione va vissuta. Gli studenti della scuola secondaria devono studiare la Costituzione con un metodo. Già esiste l’educazione civica nelle scuole, tuttavia, ci vogliono docenti laureati in legge che possano far capire bene la materia. La proposta di legge ad iniziativa popolare per lo studio dell’educazione civica e della Costituzione nelle scuole fin dalla primaria attualmente giace in Parlamento”, e aggiunge “Oltre ad aver raccolto le firme chiediamo ai parlamentari di discuterla perché la legge è pronta. Il nostro obiettivo è creare una opinione pubblica favorevole al riguardo affinché la legge venga promulgata”. In ogni momento storico, secondo il presidente della Aidu, c’è bisogno di conoscere la Costituzione. “Viverla oggi significa esserne coscienti e praticarla. Soprattutto nella scuola dell’obbligo va diffusa l’idea che c’è una coscienza che supera l’ordine”.

Stampa/PDF
70 Anni di Costituzione. Una Carta da vivere