A Padova un intervento al cuore eccezionale

Stampa/PDF

A Padova è accaduta qualcosa di straordinario per la medicina italaiana: il primo intervento al mondo combinato, microinvasivo, dalla punta del cuore, senza aprirlo. in contemporanea correzione delle valvole aortica e  mitralica sempre a cuore  battente.

Per la prima volta al mondo, i cardiochirurghi dell’Azienda Ospedaliera di Padova, guidati dal prof. Gino Gerosa, hanno pensato e realizzato con successo un’operazione mai effettuata prima. L’intervento combinato di impianto di bioprotesi valvolare aortica e in contemporanea di riparazione della valvola mitralica mediante innesto di neo-corde tendinee, è stato effettuato passando solo attraverso la punta del cuore, a cuore sempre battente e senza aprire completamente il torace.

Il paziente di 78 anni che presentava una grave insufficienza valvolare aortica e una severa insufficienza valvolare mitralica, è stato sottoposto ad intervento, con una minima incisione dal torace di 5 cm. e con una piccola apertura di pochi millimetri nella punta del cuore. L’accesso trans-apicale in mini-toracotomia, (taglio di pochi centimetri nel torace a livello intercostale) è stato effettuato sempre a cuore battente, senza l’utilizzo della circolazione extracorporea.

Il prof. Gino Gerosa, ideatore dell’intervento, ha guidato con i dottori Augusto D’Onofrio, Andrea Colli, Giuseppe Tarantini e Demetrio Pittarello, il team di professionisti: cardiochirurghi, cardiologi, anestesisti ed ha sostituito in sole 4 ore la valvola aortica con una protesi biologica accartocciata su un catetere di alcuni millimetri e corretto la valvola mitralica attraverso l’impianto di 3 coppie di neo-corde in goretex mentre il cuore del paziente continuava a battere.

Il degente che ha avuto un regolare, breve decorso post operatorio, dimesso, è tornato a svolgere le sue normali attività. Ha recuperato velocemente grazie alla micro-incisione laterale che gli ha consentito elevati benefici in quanto il cuore non è stato fermato, non si è utilizzata la circolazione extra-corporea (macchina cuore-polmoni) e dopo pochi giorni dall’intervento il paziente ha recuperato la sua totale funzionalità.

La doppia procedura combinata di correzione valvolare mitro-aortica trans-apicale a cuore battente senza circolazione extra-corporea, micro-invasiva, di Padova, è il primo caso al mondo effettuato in quanto questa doppia patologia valvolare, veniva generalmente trattata mediante intervento cardiochirurgico “a cuore aperto” aprendo completamente il torace per poi o effettuare la doppia sostituzione valvolare mitro-aortica, oppure sostituire la valvola aortica e riparare la valvola mitralica.

Claudio Dario, direttore generale dell’Azienda Ospedaliera di Padova, congratulandosi con l’équipe, afferma: “Questo intervento, rappresenta il risultato più eclatante della sinergia tra ricerca, didattica e assistenza che può trovare il compimento solo in strutture che sanno trasformare la complessità in eccellente efficienza”.

Stampa/PDF
A Padova un intervento al cuore eccezionale