Abitare in un attico

Stampa/PDF

Analizzando le compravendite effettuate attraverso le agenzie affiliate Tecnocasa e Tecnorete,  nel primo semestre del 2018 abbiamo rilevato che lo 0,8% è costituito da attici.

I tagli maggiormente compravenduti sono quelli che si collocano tra 51 e 100 mq (38%) e quelli compresi tra 101 e 150 mq (35,4%). I tagli con ampiezza compresa tra 151 e 200 mq sono stati scelti nel 14,6% dei casi.

Abitare in un attico: non solo casa vacanza
Gli attici si acquistano soprattutto come abitazione principale (87,5%), mentre è bassa la percentuale di compravendite per investimento (6,6%). Da segnalare anche un 5,9% di acquisti di attici da utilizzare come casa vacanza. Rispetto al primo semestre del 2017 si registra una diminuzione della percentuale degli acquisti per investimento che passano dal 10,4% all’attuale 6,6%

L’età degli acquirenti è compresa tra 35 e 44 anni nel 33,3% dei casi, tra 18 e 34 anni nel 25,2% dei casi e tra 45 e 54 anni nel 20,8% dei casi.

A comprare attici sono soprattutto coppie e coppie con figli che in totale compongono il 78,7% degli acquirenti, mentre sono single il 21,3% degli acquirenti.

Nel 57,6% dei casi a comprare l’attico è un lavoratore dipendente, mentre si tratta di professionisti ed imprenditori nel 33,1% dei casi. Gli acquirenti in pensione compongono il 5,8% sul totale delle compravendite. Infine, la compravendita avviene grazie all’ausilio di un mutuo nel 56,2% dei casi, mentre il 43,8% degli acquisti di attici avviene in contanti. 

Stampa/PDF
Abitare in un attico