Accesso ai farmaci, un diritto umano

Stampa/PDF
L’accesso alle cure farmacologiche è un diritto inalienabile della persona, a prescindere dal suo status giuridico e dalle condizioni socio-economiche: questo il principio fondativo del progetto “Accesso ai farmaci, un diritto umano”, che intende approfondire il tema dell’assistenza sanitaria e farmaceutica nelle popolazioni migranti, materia particolarmente delicata dal momento che il loro stato di salute è messo a rischio dalle condizioni di vita, generalmente precarie.
L’iniziativa congiunta AIFA – Ministero della Salute verrà presentata venerdì 15 gennaio alle ore 11, a Roma, presso l’Auditorium del Ministero della Salute, in Lungotevere Ripa 1.
Partecipano:
· On. Beatrice Lorenzin, Ministro della Salute
· Prof. Mario Melazzini, Presidente AIFA
· Prof. Luca Pani, Direttore Generale AIFA
· Dott.ssa Concetta Mirisola, Direttore Generale INMP
· Dott. Marco Malinverno, Direttore Generale Banco Farmaceutico
· Dott.ssa Patrizia Ravaioli, Direttore Generale CRI
Il progetto, nell’Anno del Giubileo della Misericordia, verrà lanciato in occasione della “Giornata mondiale del migrante e del rifugiato 2016” di domenica 17 gennaio.
Stampa/PDF
Accesso ai farmaci, un diritto umano