Accesso ai test genetici e genomici: un appello

Stampa/PDF

Screening dei tumori ereditari, nuovi test per identificare patologie oncologiche. Le nuove tecnologie permettono di riconoscere maggiormente il rischio ereditario di tumore e l’American Society of Clinical Oncology (ASCO) ha recentemente aggiornato le indicazioni su test genetici e genomici, come ricorda il dottor Sergio Canzanella, direttore generale del Comitato per la Salute – Terra dei Fuochi, l’organismo che realizza su tutto il territorio della Regione Campania massicce campagne di prevenzione e di diagnosi precoce riguardanti patologie ad alto impatto sociale e clinico.

L’American Society of Clinical Oncology ha sottolineato il dottor Canzanellaha aggiornato le sue indicazioni sui test genetici e genomici per la suscettibilità al cancro, descrivendo le nuove tecnologie per identificare la predisposizione ad ammalarsi di tumore e fornendo una guida all’uso dei nuovi test. La diagnosi e la cura del cancro dipende strettamente da quanto accade a livello genetico. Bisogna garantire che tutti i pazienti oncologici abbiano accesso agli ultimi test genetici in grado di identificare il rischio ereditario di tumore. Il sequenziamento e la mappatura del genoma umano apre nuove prospettive sullo screening dei tumori ereditari. La possibilità di individuare i soggetti a rischio di cancro è oggi il metodo migliore per giungere a una diagnosi precoce, riducendo la mortalità e i costi nel Servizio Sanitario Nazionale. Una risposta in termini di efficienza e di efficacia per i malati oncologici che non possono più aspettare”. 

Stampa/PDF
Accesso ai test genetici e genomici: un appello