Acque sacre, peccati inquinanti

Stampa/PDF

TecoTechnological ECO-innovations for the quality control and the decontamination of polluted waters and soils, è un progetto co-finanziato dall’Unione Europea (2014-2018) ed è coordinato dal Consiglio nazionale delle ricerche con la partecipazione del Neeri (Csir, National environmental engineering research institute, India).

Il progetto è dedicato all’implementazione di scambi di esperti e innovatori, dall’Europa verso l’India, nel campo delle eco-innovazioni tecnologiche applicate all’inquinamento di acque e suoli ed al miglioramento della loro qualità.

Tra le attività supportate dall'Istituto di biologia agro-ambientale e forestale (Ibaf-Cnr) attraverso Teco, molte sono dedicate alla ricerca e alle innovazioni tecnologiche, ma speciale attenzione è stata dedicata anche alla comunicazione. In questo contesto, Giancarlo Cammerini, un fotografo e filmmaker italiano, ci condurrà in un eccitante viaggio lungo il fiume Gange (Ganga) per investigare il nesso tra la sacralità e l’inquinamento.

Il fiume Gange in India è considerato dagli Hindu come una dea, un fiume puro. La purificazione ha un ruolo centrale nell’esistenza della metà della popolazione indiana ma, ironicamente, il Gange è uno dei fiumi più inquinati sulla terra. Un’acqua così sacra per la vita spirituale è altamente dannosa per la salute fisica. Una corte di giustizia nel nord dell’India ha concesso al Gange lo stato di 'entità umana vivente' ed il governo Indiano, con il National Ganga Council, supporta fortemente la National mission for clean Ganga.

Giancarlo Cammerini documenterà e diffonderà le attività e i protagonisti della sfida lanciata dal governo indiano per pulire il Gange, investigando le acque del Gange attraverso i progetti di ricerca e le attività collegate al rinnovamento degli ecosistemi, collegandosi con le abitudini sociali e religiose indiane. La storia sarà narrata anche attraverso la voce di scienziati, politici e attivisti come Rajendra Singh, Vandana Shiva and Sri Sri Ravi Shankar. Il partner indiano di questa iniziativa è il Csir-Neeri, nella persona del Dr. Pawan Labhasetwar, che ha già condotto un’indagine ambientale lungo l’intero corso del Gange.

Giancarlo Cammerini condividerà questa avventura, risalendo il Gange dalla foce alla sorgente, attraverso un diario che ognuno potrà seguire su Twitter (@GCCammerini) e Instagram (giancarlo.cammerini).

Stampa/PDF
Acque sacre, peccati inquinanti