Teatro Sannazaro - Il teatro di Napoli

Ad Aosta la nuova mostra di Cesare Catania

Stampa/PDF

Due le opere scultoree, intitolate “La Bocca dell’Etna”, già esposte in passato tra gli altri anche al Museo della Villa Reale di Monza e nel Principato di Monaco. Si tratta di due sculture realizzate in acciaio, silicone e acrilico, che dal 28 febbraio saranno visibili dalle vetrine di Via Festaz oltre che visitando la mostra all’interno degli spazi espositivi.

A queste sculture si aggiungono un quadro tridimensionale realizzato anch’esso con silicone e acrilico più una stampa a tiratura limitata ritoccata a mano dall’artista, stampa il cui valore di aggiudicazione all’ultima battuta d’asta di fine ottobre 2019 è stato superiore a 15.000 euro. Una battuta che conferma il trend positivo di forte ascesa delle quotazioni dell’artista nonché del ranking internazionale degli artisti secondo Artfacts, una delle più autorevoli fonti utilizzate dagli esperti di valutazione di opere d’arte.

Infine in esposizione ad Aosta un capolavoro di arte contemporanea, “Trois Hommes”, arazzo olio su tela alto più di due metri e mezzo, dipinto a spatola e ritoccato a tampone. Si tratta di un’opera che unisce tra loro arte e scienza, informale e cubismo, simmetria e immaginazione. Lo stesso arazzo è già stato esposto tra gli altri anche al Palazzo Serbelloni di Milano.

La curatela dell’esposizione è stata affidata all’architetto Claudia Mantelli.

La mostra rimarrà aperta al pubblico gratuitamente fino al 15 marzo 2020.

Stampa/PDF
Ad Aosta la nuova mostra di Cesare Catania