Amnesty e Giffoni Film Festival

Stampa/PDF

Amnesty International Italia, per il dodicesimo anno consecutivo, è presente al Giffoni Experience, proseguendo la collaborazione con il festival internazionale del cinema per ragazzi per sensibilizzare l'opinione pubblica con numerose iniziative sulle violazioni dei diritti umani nel mondo.

Nel corso del festival, giunto alla 45esima edizione, presso lo stand di Amnesty International Italia, giurate e giurati saranno invitati a scrivere messaggi di solidarietà per Raif Badawi e la sua famiglia. Badawi è il blogger saudita condannato a 10 anni di carcere e a 1000 frustate per aver fondato "Free Saudi Liberals", un forum online di dibattito su temi politici e religiosi, la cui condanna è stata confermata definitivamente dalla Corte suprema saudita il 6 giugno.

Inoltre, giurate e giurati potranno scoprire le proposte educative di Amnesty International e prendere parte alle attività di gioco e di sensibilizzazione preparate da attiviste e attivisti.

Sabato 18 luglio, nel corso della sua Masterclass,  presso Antica Ramiera, Alessandro Rak, regista del film "L'arte della felicità", ha parlato delle tematiche scelte da Amnesty International Italia per questa edizione del festival.

Martedì 21 luglio sarà proiettato in anteprima il film fuori concorso "Né Giulietta, né Romeo" di Veronica Pivetti, patrocinato da Amnesty International Italia. Il film descrive con grande sensibilità una fase dell'adolescenza che è quella della ricerca, dell'esplorazione e della scoperta delle proprie emozioni e passioni: fase che dovrebbe essere accompagnata con affetto e rispetto e che invece risulta troppo spesso ostacolata se non ostracizzata in ambito familiare e scolastico.

Il tema del bullismo omofobico, niente affatto risolto o irrilevante come da più parti si vuole fare intendere, è molto presente all'interno del mondo della scuola. Amnesty International è impegnata in progetti educativi per portarlo alla luce e contrastarlo e "Né Giulietta, né Romeo" potrà offrire un importante contributo in questa direzione. Alla proiezione del film, saranno presenti Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International Italia, e rappresentanti di Agedo, Associazione Genitori di Omosessuali. Nel corso del dibattito che accompagnerà la proiezione del film e per tutta la durata del festival, sarà promosso il progetto di Amnesty International Italia Scuole attive contro l'omofobia e la transfobia, un sito internet rivolto a studenti e professori delle scuole secondarie di II grado con strumenti utili per scambiarsi idee, proposte e azioni per migliorare il proprio ambiente scolastico.

Domenica 26 luglio saranno consegnati il Premio Amnesty Giffoni Film Festival 2015 e il Premio Amnesty Corto Giffoni Film Festival 2015 rispettivamente al lungometraggio e al cortometraggio che avranno meglio affrontato e rappresentato il tema dei diritti umani.

Stampa/PDF
Amnesty e Giffoni Film Festival