Anci sottoscrive il Raee

Stampa/PDF

L'ANCI ha sottoscritto l'Accordo di Programma per la definizione delle condizioni generali di raccolta e gestione dei Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (Raee) con le rappresentanze di produttori, imprese della raccolta, CdC Raee edimprese della distribuzione.

L'intesa sul testo, che recepisce le importanti modifiche proposte dall'Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, è stata raggiunta a seguito dei chiarimenti intervenuti con il Centro di Coordinamento RAEE e grazie all'intervento istituzionale del Ministero dell'Ambiente.

Il documento firmato dalle parti, le cui condizioni sono previste dall'Articolo 16 del Decreto Legislativo 14 Marzo 2014 n. 49, in attuazione della Direttiva 2012/19/CE, ha validità triennale.

Filippo Bernocchi, Delegato ANCI Energia & Rifiuti, esprime la sua soddisfazione per l'accordo raggiunto: "Questo passaggio costituisce un importante tassello per la gestione dei Raee e riconosce un ruolo sempre più importante agli operatori della distribuzione ai fini della corretta gestione ambientale delle apparecchiature elettroniche a fine vita. L'obiettivo stabilito dal Decreto 49/2014 è quello di arrivare, entro 5 anni, a raccogliere 720.000 tonnellate di Raee che corrispondono a circa 12 Kg a cittadino - osserva Bernocchi - Numeri molto ambiziosi che rendono necessario da parte di tutti gli operatori una partecipazione sempre più attiva per migliorare la gestione di questa risorsa e aumentare sensibilmente la raccolta, portando l'Italia al livello richiesto dall'Europa".

Stampa/PDF
Anci sottoscrive il Raee