Bambini Liberi

Stampa/PDF

Il progetto 'Bambini Liberi' ha vinto il Premio Innova S@lute 2017° al Forum dell’Innovazione per la S@lute, tenuto a Roma, come migliore innovazione nel campo clinico-sanitario.

Coordinato dal Cnr, il progetto ha visto coinvolti ricercatori dell’Ibb e dell’Ipcb nella costituzione di un laboratorio clinico per la produzione di dispositivi medici personalizzati in stampa 3D per immobilizzazioni prolungate in patologie ortopediche: coordinatore scientifico è Fabrizio Clemente (Ibb-Cnr, prossimo a passare all’Ic per la recente ristrutturazione della rete scientifica). 

Avviato grazie a un contribuito liberale della Banca d’Italia, il progetto ha visto coinvolti -assieme al Cnr - la Fondazione e l’AORN Santobono Pausilipon: obiettivo era strutturare all’interno dell’ospedale nuove linee di terapia che utilizzino prodotti personalizzati stampati in 3D al posto dei tradizionali gessi. L'attività è stata quindi indirizzata alla produzione di un esoscheletro per arti superiori, realizzato in ABS, e prodotto con una stampante 3D a partire da acquisizioni delle forme mediante sistemi di scansione e realizzato sulla base di puntuali calcoli strutturali.

La sperimentazione, avviata su pazienti di età pediatrica a partire dal gennaio 2017, ha avuto ottimi risultati, al punto che altri ospedali, pediatrici e non, hanno mostrato interesse ad aderire all'iniziativa .

In parallelo sono stati avviati incontri ad hoc con FIASO (Federazione Italiana Aziende Sanitarie ed Ospedaliere) ed l’Istituto Superiore di Sanità per una completa introduzione di tali dispositivi nella pratica clinica.

Stampa/PDF
Bambini Liberi