Teatro Sannazaro - Il teatro di Napoli

Bansky in mostra al Chiostro del Bramante

Stampa/PDF

Prenderà il via il prossimo 21 marzo, nella splendida cornice del Chiostro del Bramante, la mostra "Bansky a visual protest". Un percorso espositivo di circa 80 opere per illustrare il mondo di questo artista misterioso tra i più influenti nel campo dell'arte che attraverso le sue incursioni sui muri di grandi città denuncia i mali del nostro tempo: il consumismo, la guerra, la crisi ambientale.

Il Chiostro del Bramante
Nel cuore di Roma, a pochi passi da Piazza Navona, sorge il complesso conventuale di Santa Maria della Pace e al suo interno vi è un chiostro che è un autentico gioiello di arte rinascimentale. Realizzati da Donato Bramante su commissione del vescovo napoletano Oliviero Carafa, gli ambienti del chiostro una volta erano riservati all'abitazione e alle attività comuni dei conventuali. Oggi, nel Chiostro del Bramante si tengono mostre d'arte come quella di Bansky che partirà a marzo.

il chiostro del Bramante ospiterà la mostra su Bansky

La mostra su Bansky al Chostro del Bramante
Love is in the Air, Girl with Balloon, Queen Vic, Napalm, Toxic Mary, sono alcune delle 80 opere prodotte da Bansky dal 2001 al 2017 e che saranno in mostra presso il Chiostro del Bramante a Roma a partire dal 21 marzo fino al 26 luglio. "Bansky a visual protest" è un viaggio nell'opera di uno degli street artist più famosi e misteriosi che ha adoperato i muri delle città per denunciare i mali del nostro tempo: la guerra, il consumismo, il divario tra ricchi e poveri, la lenta distruzione del nostro pianeta, e lo ha fatto attraverso immagini diventate icone: un lanciatore di fiori, una bambina col palloncino, una madonna che da al suo bambino un biberon contaminato. Diverse le tecniche utilizzate da Bansky per le opere che saranno in mostra: stampe su carta o tela, spray su tela e sculture in resina polimerica. Il percorso espositivo comprenderà anche oltre 20 progetti per copertine di dischi e libri.

le opere di Bansky in mostra al Chiostro del Bramante

Chi è Bansky
Chi è, o forse dovremmo dire chi "non" è, Bansky? Eh sì perché nessuno, ad eccezione dei suoi collaboratori, conosce l'identità dello street artist considerato tra i maggiori esponenti del suo campo tanto da essere stato inserito lo scorso anno al 14simo posto nella classifica delle personalità più influenti nel mondo dell'arte da ArtReview. L'incognita sulla sua identità aggiunge fascino a questa personalità nata a Bristol agli inizi degli anni Settanta e fa presagire una grande affluenza di pubblico alla mostra che si terrà al Chiostro del Bramante. Formatosi nell'ambiente underground della città inglese, la sua carriera artistica, iniziata a fine anni Novanta, lo ha portato a lasciare le sue tracce sui muri di Londra, New York, Venezia e finanche Gerusalemme.

Dal 2009 le sue opere destinate alla vendita sono certificate dall'ente Pest Control. Il documento di autenticazione porta fissata con una spilletta la metà di una banconota da 10 sterline falsa con l'effige di Lady Diana. L'altra metà resta nelle mani dell'ente certificatore e su entrambe è riportato il numero di identificazione scritto a mano. Il sistema è nato dopo che alcune opere di Bansky vendute nel corsi di aste avevano suscitato non pochi problemi.

Stampa/PDF
Bansky in mostra al Chiostro del Bramante