Beyond

Stampa/PDF

È stato annunciato oggi il nome della seconda missione tra le stelle di Luca Parmitano: Beyond, in italiano ‘oltre’. Il logo e il patch sono stati presentati questa mattina durante un evento alla sede Esrin dell’Agenzia Spaziale Europea a Frascati, proprio nel giorno in cui Parmitano compie 42 anni. Presenti anche gli astronauti Esa Thomas Pesquet e Frank De Winne, il Direttore Generale dell’Esa Johann Dietrich Wörner, il direttore dell’Esplorazione umana dell’agenzia europeaDavid Parker e il presidente dell’Agenzia Spaziale italiana Roberto Battiston.

Missione spaziale Beyond: partenza a luglio 2019
Luca porterà non solo la bandiera dell’Esa – commenta Battiston – ma anche quella dell’Italia e le attività scientifiche che l’Asi gli ha assegnato. Questo riconferma una serie di missioni che i nostri astronauti effettuano ogni due anni: un impegno che rappresenta l’eccellenza scientifica italiana e la nostra presenza sulla Iss.
Beyond porterà AstroLuca a bordo della Iss nel luglio del 2019 con Expedition 60/61 insieme agli astronauti Andrew Morgan della Nasa e Alexander Skvortsov di Roscosmos.

Missione spaziale Beyond: oltre 50 esperimenti
Parmitano assumerà il ruolo di comandante durante la seconda metà del suo soggiorno a bordo della casa spaziale: è la terza volta che un astronauta europeo assume il comando della Iss, ma Luca sarà il primo italiano ad avere questo privilegio. La missione vedrà l’equipaggio impegnato in oltre 50 esperimenti, inclusi progetti di telerobotica. Verranno inoltre testate nuove tecnologie per migliorare la protezione degli astronauti, in vista di missioni di lunga durata verso lo spazio profondo e Marte.

Stampa/PDF
Beyond