Black Friday mania: tutto quello che c'è da sapere per i propri acquisti

Stampa/PDF
Il Black Friday ormai è diventato di diritto un appuntamento italiano per lo shopping pre-natalizio.  Un'altra usanza importata dagli Stati Uniti, ma integrata perfettamente nel mercato Italiano.

Come nasce il Black Friday

Il famoso “Venerdì Nero” sta ad indicare il venerdì dopo la Festa del Ringraziamento  (Thanksgiving Day) un importante ricorrenza americana, che ricade il quarto giovedì di novembre.  I negozianti per anticipare le svendite natalizie, in quella giornata applicano sconti anche fino all'80% su buona parte della merce.

Il nome Black invece non ha un’origine ben precisa, c’è chi lo attribuisce all’inchiostro nero dei contabili, con cui negli anni ‘60 prendevano nota dei guadagni dopo la grande svendita. Altri l’associano al nero delle strade causato dal traffico degli Americani, che si riversavano nei negozi per accaparrarsi l’oggetto del desiderio al miglior prezzo disponibile.

Come riconoscere un vero Black Friday

Le regole per riconoscere un vero Black Friday e non essere vittima di un raggiro ,sono più o meno le stesse da osservare quando ci prepariamo ad affrontare i saldi.  Individuare l’oggetto di cui siamo interessati nei giorni prima del Black Friday, appuntarne il prezzo, inserirlo nel carrello dei desideri e poi verificare il costo il giorno della svendita. Ricercare inoltre lo stesso articolo su vari siti o in negozio, il confronto consente di ricevere l’offerta migliore.

Se comprate l’oggetto del desiderio on line o su siti intermediari, verificate sempre le caratteristiche del prodotto e se ci sono spese aggiuntive di spedizioni. Per essere certi della affidabilità del sito, dove decidete di fare l’acquisto, leggete sempre le recensioni di altri utenti, in modo da non avere brutte sorprese.

Il Black Friday aumenta le vendite sul web

Secondo il portale Idealo (un sito di comparazione di prezzi on line), nel novembre 2018 durante il Black Friday le ricerche su internet sono aumentate del + 47,6%, rispetto alla settimana precedente all’evento.  Questo incremento segnala una presenza del fenomeno prevalentemente sull’ e-commerce. Il consumatore infatti prima di acquistare decide di consultare internet, per paragonare prezzi e conoscere le caratteristiche del prodotto.

Una volta reperite tutte le informazioni necessarie, decide dove effettuare il proprio acquisto. L’Istat ha rilevato che a novembre del 2018 c’è stato un aumento del +22% delle vendite effettuate on line.

Un segnale che posiziona internet come scelta privilegiata durante il Black Friday, ma lo rende anche un ottimo veicolo per il negozio.

L’acquirente infatti non disdegna di effettuare l’acquisto direttamente nella rete fisica, l’importante è che sia offerto allo stesso prezzo. 

Quali sono i prodotti più venduti durante il black Friday

A gennaio 2019 l’Istat ha pubblicato i dati dei consumi di ottobre e novembre 2018.  A novembre l’aumento delle vendite al dettaglio cresce del +0,7% sia in valore che in volume. Nel comparto non alimentare spiccano particolarmente: Elettrodomestici, radio, tv e registratori (+11,7%), seguono calzature, articoli in cuoio e viaggi (+4,3%). Anche il mondo dell’informatica, telecomunicazioni e telefonini (+4,2%) è trai più ricercati durante il Black Friday.

Il black Friday è più amato dagli uomini o dalle donne?

Essendo l’uomo in genere più affine al mondo tecnologico e quindi al materiale di acquisto più ricercato in questo periodo, accresce il suo momento di shopping in questa fase dell’anno.

La donna tendenzialmente più abituata ad un acquisto "istintivo", compra durante il Black Friday ma non disegna l’acquisto anche in altri momenti dell’anno, quando ritiene di avere un impellente , improrogabile bisogno dell’oggetto del desiderio .

Quanti “Black Friday” esistono

A quanto pare ormai non si può più far a meno del Black Friday, atteso da negozianti e acquirenti. I consumi infatti ne risentono positivamente, anche se a fare da padrone sono sempre prevalentemente le grandi distribuzioni.

Il consumatore attende questo momento dell’anno per affrontare le spese prenatalizie senza rimpianti. Visto il successo dell’evento, molti marchi non limitano le offerte al solo venerdi, ma le mettono a disposizione per periodi più duraturi.

Ad esempio il Black Hour (prodotti a prezzi scontatissimi solo per un’ora), i Black Days (promozioni che durano più giorni), Black Week End (si prolungano le offerte anche per il sabato e la domenica successivi) Black Week (si anticipa l’offerta alla settimana prima o si posticipa a quella successiva al  Black Friday).
Stampa/PDF
Black Friday mania:  tutto quello che c'è da sapere per i propri acquisti