Boccaccesca: fervono i preparativi

Stampa/PDF

Per tre giorni, Boccaccesca proporrà il mercato nel Borgo con i classici banchi pieni di prodotti di eccellenza.

Qui si snoderà il “Percorso del Gusto”: i visitatori che lo vorranno, potranno munirsi di una speciale mappa della manifestazione e partire alla volta di una particolare degustazione itinerante che porterà loro alla scoperta di alcune “chicche” che potranno essere degustate dietro consegna di un gettone del valore di euro 2,50 (acquistabile alle casse di Boccaccesca).

Sul Parterre di Palazzo Pretorio torna l’Osteria di Boccaccesca con le sue caldarroste a cura del Comitato Abitanti Certaldo Alto

In piazza Santissima Annunziata spazio al Food Truck e alle nuove tendenze del cibo di strada, mentre la piazzetta Branca diventerà Agorà Food, luogo d’incontro tra il cibo e la convivialità.

Immancabili i grandi vini con l’Enoteca di Boccaccesca che sarà allestita nella chiesa dei Santi Tommaso e Prospero (le degustazioni saranno possibili grazie ad un apposito calice creato per la manifestazione).

Torna la seconda edizione di Ragazzi in Pentola, concorso riservato ai ragazzi delle scuole medie dedicato alla corretta alimentazione e tornano i laboratori e i giochi pensati per i più piccini come “A merenda con i libri”, a cura di Federighi Editore, “Pizzaioli Baby” con il maestro pizzaiolo Ciro Fontanella, (Fuori le Mura, Buonconvento) che insegnerà ai bambini come impastare e stendere la pasta per la pizza e Il gioco dei sensi, una particolare caccia al tesoro per ragazzi fino a 13 anni.

Tanti gli chef che arriveranno a Certaldo per dare vita ad appuntamenti culturali e singolari cooking show. Tra questi: Beatrice Segoni (Konnubio, Firenze), Ardit Curri (San Martino 26, San Gimignano), Massimiliano Ciregia (L’Osteria del Mare, Castiglione della Pescaia), Maria Probst (Tenda Rossa, Cerbaia in Val di Pesa), Paolo Tizzanini (L’Acquolina, Terranuova Bracciolini) e Richard Leimer (B-Roof, Grand Hotel Baglioni, Firenze), Luca Cai (Il Magazzino, Firenze), Andrea Bianchini (The Food Factory, Firenze), Massimo Rossi (Belvedere, Monte San Savino) e Pietro Vattiata (Diavoli, Pisa).

Grande attesa infine per il Premio Boccaccesca nella giornata conclusiva dell’evento, viene assegnato a una personalità che è contraddistinta nel mondo culturale portando la toscana nel cuore.

Quest’anno, l’importante riconoscimento verrà attribuito a Gianni Mercatali, il signore della comunicazione.

Stampa/PDF
Boccaccesca: fervono i preparativi