Teatro Sannazaro - Il teatro di Napoli
  • Magazine
  • Sport
  • Calciomercato invernale 2020: come la Serie A è cambiata in un mese

Calciomercato invernale 2020: come la Serie A è cambiata in un mese

Stampa/PDF

Gennaio è terminato e il mondo del calcio italiano ha salutato quasi 24 ore fa il calciomercato invernale 2020. Acquisti, cessioni e pensieri per il futuro a giugno si sono uniti in 31 giorni di trattative che ora si sono conclusa. Quali novità? Chi ha operato sul mercato?

Napoli tra presente e futuro

La squadra di Gattuso, dopo un girone d'andata decisamente sottotono, aveva bisogno di rinforzi e sono arrivati. Il centrocampo è stato sistemato con gli arrivi di Lobotka direttamente dal Celta Vigo e di Diego Demme dal Lipsia. Il tedesco di origine italiana ha già dimostrato di essere un valido elemento per il gioco azzurro tra le gare da titolare contro Lazio e Juventus. Dobbiamo attendere, invece, per il nuovo centrocampista slovacco che non ha ancora trovato i giusti minuti in campo per farsi valere. A completare gli acquisti in arrivo a Gennaio, ecco Politano. L'esterno italiano, dopo un lungo tira e molla con la Roma alla fine saltato, arriva a Napoli pronto a lanciarsi in una nuova avventura e soprattutto giocarsi il tutto per tutto sperando in una convocazione per i prossimi campionati europei. Completano la campagna acquisti due aggiunte che arriveranno solamente a partire da giugno prossimo. Parliamo del centrale difensivo Rahmani direttamente da Verona e del centravanti Petagna.

Inter, Conte sarà soddisfatto?

Il mercato dell'Inter è stato fatto allo scopo ultimo di soddisfare le richieste dell'allenatore neroazzurro Antonio Conte. Le richieste sono state quasi tutte esaudite. Quasi perché la punta di riserva tanto desiderata non è arrivata ma sono giunti nella Milano neroazzurra ottimi elementi come Moses e Ashley Young ma soprattutto il fuoriclasse danese Eriksen che dal Tottenham arriva alla corte di Conte. Insomma, acquisti mirati per completare una rosa pronta a lottare per lo scudetto.

Milan, il calciomercato invernale 2020 per rilanciarsi

Ritornare a sognare. Per una società come il Milan sembrava quasi impossibile pensare cose del genere eppure dopo stagioni di anonimato bisognava ripartire e farlo nel migliore dei modi. Il primo colpo è stato di quelli forti che si fanno sentire ed ecco il ritorno di Zlatan Ibrahimovic. Personalità forte he dà i suoi frutti visto che dal suo arrivo i rossoneri non hanno mai perso. Completano la rosa milanista Kjaer, Begovic, Saelemaekers e il ritorno dal prestito di Laxalt.

Juventus, Atalanta e le squadre alla ricerca degli affari invernali

Napoli, Inter e Milan sono le tre squadre che più si sono mosse sul mercato. Ovviamente non sono state le sole. A farle compagnia anche la Fiorentina che si è mossa in maniera importante grazie a Cutrone che già si è fatto valere nell'attacco viola. L'Atalanta, invece, si è mossa più per il mercato in uscita andando a vendere a peso d'oro il giovane fenomeno Kulusevski alla Juventus mentre in entrata possiamo registrare il ritorno a Bergamo di Caldara dal Milan. Passando ai bianconeri, oltre al già citato giocatore attualmente in forza a Parma (e tale resterà fino a Giugno) non ci sono stati movimenti in entrata mentre nelle uscite registriamo partenze eccellenti quali Emre Can che passa al Borussia Dortmund oppure Mandzukic in Qatar.

Stampa/PDF
Calciomercato invernale 2020: come la Serie A è cambiata in un mese