Campania: valori immobiliari in calo

Stampa/PDF

Nel secondo trimestre 2019 l’indice dei prezzi delle abitazioni usate in Campania segna una decremento dello 0,5 % rispetto al trimestre precedente, attestandosi a una media di 1.732 euro al metro quadro. Su base annuale l’andamento dei valori regionali mantiene una tendenza chiaramente negativa con una svalutazione del 5,8%. Pressocché stabile il mercato delle locazioni, a 6,4 euro mensili, in lieve flessione dello 0,4% su base trimestrale e dello 0,6% rispetto a 12 mesi fa.

A rilevarlo è l’Ufficio Studi di idealista che ha analizzato l’andamento dei valori immobiliari in Campania, dove i prezzi di richiesta per la vendita sono calati in 4 delle 5 province monitorate. Benevento (-4,9%) ha chiuso con il trimestre con ribasso più marcato, davanti a Caserta (-2,8%), Avellino (-2,1% e Napoli (0,1%). In controtendenza Salerno, in crescita del 2,8%.

Nelle città capoluogo si rivelano solo ribassi: si va dalle contrazioni di Napoli e Caserta, entrambe con un lieve calo dello-0,9%, ai ribassi più decisi di Benevento (-1,7%), Salerno (-2%) e soprattutto Avellino (-2,3%).

Napoli con una media di 2.564 euro al metro quadro è sempre il capoluogo campano dove acquistare casa costa più caro. Nonostante il calo dell’ultimo trimestre Salerno rimane in scia con i suoi 2.484 euro/m2. Per chi acquista a Caserta (1.567 euro/m2), Avellino (1.273euro/m2) e Benevento (1.173euro/m2) i prezzi sono decisamente più abbordabili.

Il report con tutti i comuni campani monitorati è disponibile qui: https://www.idealista.it/sala-stampa/report-prezzo-immobile/vendita/campania/

Il mercato delle locazioni in Campania
I prezzi degli affitti in Campania hanno segnato una leggera flessione pari allo 0,4% dopo i mesi primaverili, attestandosi a 6,4 euro mensili. Rispetto a un anno fa c’è stato un calo marginale, pari allo 0,6%.

A livello provinciale solo 2 macroaree su 5 hanno seguito il trend negativo, con Caserta che ottiene la peggiore performance del trimestre (-6,4%), davanti ad Avellino (-2,1%).
In controtendenza, crescono Napoli (1,4%), Benevento (1,7%) e soprattutto Salerno, con un incremento vigoroso, pari all’8,1%.

Nei capoluoghi di provincia campani Caserta (-9,9%) segna un forte calo; ribassi anche a Napoli (-3,5%) e Avellino (-0,2%); Benevento (0,8%) e Salerno (2%) chiudono il trimestre in terreno positivo.

Napoli è ad oggi il capoluogo dove affittare casa costa di più: 10 euro al metro quadro il prezzo delle locazioni per il centro campano, seguito a ruota da Salerno con 8,8 euro/m2. Più distanziati i comuni di Caserta (5,8 euro/m2), Benevento (5,3 euro/m2) e Avellino (5 euro/m2).

Il report con tutti i comuni campani monitorati è disponibile qui:: https://www.idealista.it/sala-stampa/report-prezzo-immobile/affitto/campania.

L’indice dei valori immobiliari di idealista
A partire dal rapporto relativo al primo trimestre del 2019, abbiamo aggiornato la metodologia e per l’elaborazione del nostro indice dei prezzi. Dopo l’integrazione di idealista/data, un’apposita divisione specializzata nella nella gestione di grandi volumi di informazioni e nel data modeling, è state introdotta una nuova metodologia di calcolo che rende la nostra analisi dell'evoluzione dei prezzi, specialmente in aree di piccole dimensioni, ancora più robusta che in passato. Per evitare salti nella nostra serie, i dati dal 2007 sono stati ricalcolati con la nuova metodologia.

Su raccomandazione del team statistico di idealista/data, aggiorniamo la formula per indicare il prezzo medio con maggiore certezza: oltre a eliminare gli annunci atipici e con i prezzi fuori mercato, calcoliamo il valore mediano invece del valore medio. Con questo cambiamento, oltre ad affinare ulteriormente il nostro indice rendendolo più rispondente alla realtà del mercato, omologhiamo la nostra metodologia con quelle applicate in altri Paesi per ottenere dati immobiliari.

Stampa/PDF
Campania: valori immobiliari in calo