Case da incubo

Stampa/PDF

Un fantasma che infesta la soffitta? Una bambola inquietante appoggiata in salotto? No, per gli italiani quello che caratterizza una casa da incubo sono l’umidità e il buio: lo ha scoperto Immobiliare.it (www.immobiliare.it/) con un sondaggio condotto su un campione di oltre 10mila utenti del sito. Dalle risposte è emerso, inoltre, che il 43,4% ha dovuto vivere almeno una volta nella vita in un’abitazione in cui la permanenza non è stata proprio un sogno.

Se oltre il 62,1% dei rispondenti ha indicato l’umidità come caratteristica di una casa da incubo, arriva al 60,6% la percentuale di chi non vorrebbe mai una casa buia, con poche aperture e punti luce. Potendo indicare tre caratteristiche di un’abitazione in cui non si vorrebbe mai vivere, il 55,2% ha dichiarato “sesto piano senza ascensore”.

La moquette spaventa più della suocera in casa: il 43,6% ha scelto proprio la presenza della
moquette in cucina e in bagno come caratteristica tipica di una casa da incubo, mentre “solo” il 25,5% ha indicato la presenza della suocera come coinquilina.

C’è poi chi non vorrebbe mai vivere in una casa con spazi troppo angusti e claustrofobici (49,5%) e in un quartiere con una vita notturna troppo movimentata e rumorosa (41,7%). Le altre caratteristiche che hanno raccolto più risposte sono state una pessima vista dalle finestre (35,4%), l’assenza del bidet (32,1%) e gli arredi vecchi e fatiscenti (31,9%).

Gli immobili da incubo famosi per essere stati cornici di pellicole cinematografiche sono molti e il sondaggio ha chiesto in quale fra quelli selezionati farebbe più paura vivere. Quasi una risposta su tre (29,6%) ha indicato il film Panic Room, dove le due protagoniste rimangono in trappola in una stanza senza via d’uscita. Al secondo posto Duplex (16,7%), la pellicola con Ben Stiller in cui la sua coppia si trova a convivere con un’anziana molto invadente.

Quasi a pari merito le due case da incubo protagoniste di Shining e The Others: per il 14,9% vivere nel lungo corridoio dell’hotel in cui Jack Nicholson finirà per dare la caccia alla sua stessa famiglia sarebbe un vero incubo, mentre per il 14,2% convivere con i morti, come accade nel film con Nicole Kidman, sarebbe inaccettabile.

Quali di queste caratteristiche renderebbe una casa un vero incubo?
- umidità 62,1%
- La penuria di finestre e punti luce 60,6%
- Sesto piano senza ascensore 55,2%
- Spazi troppo angusti 49,5%
- Moquette in bagno e/o cucina 43,6%
- Troppo rumore e vita notturna nella zona 41,7%

- Una pessima vista dalle finestre 35,4%
- Assenza di bidet 32,1%
- Arredi vecchi e spazi fatiscenti 31,9%
- La suocera come coinquilina 25,5%

Ti è mai capitato, almeno una volta nella vita, di vivere per un periodo in una
casa da incubo, da cui non vedevi l’ora di andartene?
- No, per fortuna mai 56,64%
- Sì 27,00%
- Sì, e più di una volta 6,67%
- Sì, ma alla fine mi sono adattato 9,69%

Se pensi ad un immobile da incubo che ha fatto da cornice ad un film, quale ti spaventerebbe di più?
- Panic Room 29,58%
- Duplex 16,67%
- Shining 14,84%
- The Others 14,19%
- Secret Window 9,62%
- Appartamento Spagnolo 9,25%
- Man in the dark 5,86%

Stampa/PDF
Case da incubo