• Magazine
  • Attualità
  • Coldiretti: dazi, la guerra si estende alla tavola dai succhi al whiskey

Coldiretti: dazi, la guerra si estende alla tavola dai succhi al whiskey

Stampa/PDF

La guerra commerciale dei dazi scatenata da Trump si estende pericolosamente alla tavola con le ritorsioni dell’Unione Europea che colpiscono le importazioni dagli Stati Uniti di bourbon whiskey, mirtilli, succo d’arancia, fagioli, mais, burro d’arachidi, riso, tabacco e sigari che solo per l’Italia valgono circa 30 milioni di euro nel 2017, oltre che ai manufatti in ferro, acciaio e ghisa, barche, motociclette, abiti e cosmetici.

E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti sulla black list varata dalla Commissione Ue che ha deciso di fare ufficialmente partire le procedure per l’attivazione delle contromisure in risposta ai dazi Usa su acciaio e alluminio, con l’obiettivo di farle entrare in vigore da luglio.

Per l’Italia si tratta di una pericolosa escalation che mette a rischio circa 4 miliardi di export agroalimentare Made in Italy in Usa dove si è registrato un aumento del 6% nel 2017.

Gli Usa si collocano al terzo posto tra i principali italian food buyer dopo Germania e Francia, ma prima della Gran Bretagna.

Il vino risulta essere il prodotto più gettonato dagli statunitensi, davanti a olio, formaggi e pasta

Stampa/PDF
Coldiretti: dazi, la guerra si estende alla tavola dai succhi al whiskey