• Magazine
  • Idee
  • Collaborazione Svizzera-Campania: un'intesa da sviluppare

Collaborazione Svizzera-Campania: un'intesa da sviluppare

Stampa/PDF

A Palazzo Santa Lucia, l'Ambasciatore di Svizzera in Italia, Malta e San Marino Rita Adam, accompagnata dal Segretario d'Ambasciata Andrea Anastasi, ha incontrato il Presidente Vincenzo De Luca e l'assessore alle Attività Produttive Antonio Marchiello.

La visita di cortesia dell' Ambasciatore Adam risulta particolarmente importante perchè, fin dal 1861, gli scambi commerciali italo-svizzeri hanno sempre avuto una grande rilevanza, tanto che oggi  l'Italia  rappresenta il terzo partner commerciale per la Confederazione. La Svizzera rappresenta un mercato di circa 8 milioni di consumatori ed è membro dello Spazio Schengen che consente un passaggio agevolato alla frontiera per i paesi membri della U.E. 

Collaborazione Svizzera-Campania: un'intesa da sviluppare
Nel corso dell'incontro l'Ambasciatore ha acquisito una serie di informazioni che consentiranno di sviluppare i rapporti di collaborazione tra la Campania e la Svizzera. In particolare, l'Ambasciatore Adam ha mostrato particolare interesse per le opportunità offerte dalla zone economiche speciali della Campania e per “Spazio Campania", la vetrina permanente delle eccellenze regionali  della Regione inaugurata recentemente a Milano. “Relativamente alla Zes Campania - ha dichiarato l'assessore Marchiello - il Piano di Sviluppo Strategico, allo scopo di favorire la creazione di condizioni favorevoli allo sviluppo del tessuto produttivo, prevede che le aziende possano beneficiare, tra l'altro, di semplificazioni amministrative e di condizioni favorevoli sia in termini fiscali che finanziari, pertanto siamo in grado di poter offrire alle imprese svizzere che intendono insediarsi in Campania  un pacchetto localizzativo estremamente competitivo” .

Organizzeremo, al più presto - ha concluso Marchiello - un incontro tra l'Ambasciata Svizzera e le A.S.I  (Aeree di Sviluppo Industriale) delle 5 province  al fine di  illustrare  le potenzialità delle aree rientranti nella perimetrazione ZES”.

Stampa/PDF
Collaborazione Svizzera-Campania: un'intesa da sviluppare