Com'è il cibo? Un'app te lo dice

Stampa/PDF

Etichette incomplete, illeggibili o impossibili da decifrare? Niente paura! A salvarvi dal junk food ci penserà il vostro smartphone. La novità è in arrivo in India (ma attenzione, potrebbe presto sbarcare da noi) e si chiama FoodSwitch: si tratta di una app gratuita, disponibile su iOS e Android, che rileva in maniera istantanea la quantità di grassi, zuccheri e sale presente in un alimento.

Come funziona? È presto detto: la app esegue una scansione del codice a barre di ogni prodotto confezionato e classifica le informazioni ottenute con un sistema a semaforo. In verde i cibi sani, in arancione quelli a cui prestare attenzione e in rosso il junk food. Il servizio segnala anche se gli ingredienti sono vegetariani oppure no e fornisce, per ciascuna categoria di prodotto, le alternative più salutari.

FoodSwitch si appoggia a un database che cataloga 10mila prodotti confezionati, realizzato in collaborazione con il Centre for Chronic Disease Control indiano. Se un'etichetta non viene riconosciuta dalla app, gli utenti possono inviarne una fotografia agli sviluppatori, in modo da ampliare e tenere aggiornato il 'cervellone' digitale. In Australia, dove il progetto del George Institute for Global Health di Sydney ha debuttato con successo, in poche settimane i consumatori hanno arricchito il database originario con ben 26mila segnalazioni. Anche in Regno Unito e in Cina FoodSwitch è già una realtà, ma l'obiettivo dei ricercatori è distribuire la app in 50 Paesi entro cinque anni.

Stampa/PDF
Com'è il cibo? Un'app te lo dice