Come non rovinarsi le vacanze

Stampa/PDF

Ricordate quel film comico italiano (In questo mondo di ladri n.d.r.), dove i protagonisti vanno in montagna per godersi il loro periodo in multiproprietà? In quel caso il residence non era stato mai costruito, ma situazioni simili accadono anche fuori dal set cinematografico.

Su tanti siti Internet sono pubblicati numerosissimi annunci   di affitto di case vacanza. La funzione dei siti in quasi tutti i casi è di una sorta di mediazione tra proprietario della casa e probabile affittuario. Vediamo cosa è successo tantissime volte. Già nell’estate 2015 estate si verificò un massiccio fenomeno che se non definibile di truffa  era sicuramente di inganno.

Molti vacanzieri “fai da te” cercarono una casa in affitto su un rispettabilissimo sito di valenza internazionale. Spesso, dopo aver chiamato il proprietario di una casa per la contrattazione, questo, affermava che la casa non era disponibile nel periodo richiesto e ne proponeva un’altra ad un prezzo molto più alto e con grandi differenze rispetto a quanto riportato nell’inserzione  sul sito Internet.

In questo caso diciamo che gli speranzosi vacanzieri se la sono cavata senza eccessivo danno. Del tipo, invece, ‘commedia all’italiana’ il caso di incauti viaggiatori che, dopo aver visionato la sistemazione su siti specializzati presenti su Internet, aver trovato un accordo con il proprietario, aver spuntato un soddisfacente sconticino e versato un acconto, partiti per godersi l’agognata vacanza  non hanno trovata la casa in quanto inesistente.

Intanto, ovviamente, “proprietario” irrintracciabile e acconto ovviamente perso.

Chiamare i gestori del sito equivale ad aumentare ancora di più il livello di rabbia sebbene converrebbe segnalare la truffa sia ai gestori che alla Polizia.

Magari si è dovuto affrontare un lungo viaggio, spesso si tratta di appartamenti in altre nazioni, e oltre la truffa  c’è pure la beffa di dover trovare e pagare un albergo o qualche altra sistemazione.  

Come Evitare La Truffa
Sarà importante che il proprietario dell’appartamento sia titolare di una linea telefonica fissa e che questa sia riconducibile a un indirizzo del proprietario della casa con tutti i suoi dati per rintracciarlo.

Verificate che questi dati siano corrispondenti alla realtà consultando un elenco telefonico.  Provate a cercare il nome in internet, spesso su banche dati di scammers internazionali potrebbe apparire anche il vostro contatto. Leggete inoltre con molta attenzione per ogni annuncio pubblicato i cosiddetti feedback e  le esperienze dei viaggiatori che sono stati in quella casa.

Su qualche importante sito che tratta case vacanza in affitto c’è l’apposita sezione ‘Consultare le Testimonianze’.

Un dato molto importante è rappresentato dalla data di inserimento dell’annuncio o la data della prima pubblicazione dell’offerta; laddove questa fosse molto recente e non ci fossero testimonianze allora sarà saggio essere molto prudenti. Ovviamente non è detto che un annuncio recente sia sinonimo di truffa ma provate almeno a scegliere case con testimonianze fotografiche e una volta contattato il proprietario, in caso di dubbio, provate a versare il minore acconto possibile.

Stampa/PDF
Come non rovinarsi le vacanze