Come sarà l'economista del futuro?

Stampa/PDF

La formazione degli studenti è un crocevia importante per garantire crescita ed innovazione al paese. L'economista del futuro è una delle figure su cui si discute ampiamente negli ultimi tempi perchè il mercato cambia di giorno in giorno e i professionisti di questo settore devono essere pronti a cogliere le occasioni del mondo del lavoro con aggiornamenti costanti ed un'apertura mentale tali da portare novità interessanti alle aziende.

Diventa quindi strategico lo studio di un'
economia aziendale al passo coi tempi, che sproni i futuri economisti a cercare modelli di gestione rivoluazionari ed illuminanti.

Come per il lavoro, anche l'università deve fare la sua parte, fornendo nuovi metodi di apprendimento e proponendo piani di studio pensati per aprire la mente agli studenti e farli lavorare in piena autonomia appena dopo la laurea.

Come strutturare il piano di studi

Le Università, italiane e non solo, devono progettare i loro programmi di studio e le attività pratiche di formazione guardando all'Europa. Gli studenti di oggi hanno bisogno di essere pronti ad operare in diverse realtà, anche quelle fuori dal loro paese e per farlo devono acquisire competenze in linea con il mondo del mercato attuale e utili a definire sin da subito una specifica figura professionale che possa portare una ventata di frescezza alle aziende.

Unicusano, università telematica con sede centrale a Roma, propone corsi di laure accessibili online per garantire una formazione diffusa a tutti i giovani che desiderano mettersi in gioco, ma che non possono spostarsi in grandi città per seguire i corsi o che già hanno un lavoro e quindi vorrebbero conciliarlo con lo studio.

Offrire l'opportunità di poter studiare quando si vuole e come si vuole, potrebbe essere un ottimo incentivo alla crescita e l'occasione per formare una figura completa, pronta a gestire le sfide del futuro.

Le opportunità

La laurea in economia aziendale apre numerose porte ai neolaureati. Il settore è sempre in fermento e sia nell'ambito commerciale sia industriale dà spazio a molteplici opportunità. Ciò che gli studenti tuttavia devono imparare è la capacità estrema di adattamento, perchè i metodi di lavoro, le mansioni e gli obiettivi da conseguire si modificano nel breve termine.

Un economista del futuro potrà sicuramente lavorare nelle start up, pensando a progetti utili alla crescita e allo sviluppo economico del proprio paese.I finanziamenti in quest'ambito stanno aumentando a dismisura e i guadagni sono immediati e cospicui. Un'altra strada da percorrere è quella del
libero professionista, specializzandosi nella consulenza aziendale e nel sostegno alla progettazione. In questo caso lo stipendio dipende molto dall'esperienza e dall'abilità del singolo, ma con una buona formazione e un impegno costante, si può arrivare ben presto a raggiungere un ottimo livello di soddisfazione economica. La strada, infine, più standard è quella di inserirsi nelle aziende pubbliche o private, con la mansione di curare gli investimenti. In questo caso però la concorrenza è molto alta e, ancora una volta, per fare la differenza c'è bisogno di un'altissima specializzazione sul mercato attuale e un'ampia conoscenza delle strategie più efficaci per raggiungere gli scopi della realtà in cui si lavora.

Stampa/PDF
Come sarà l'economista del futuro?