Concepire nella materia

Stampa/PDF

In occasione della Quindicesima Giornata del Contemporaneo promossa da AMACI, la galleria Artespressione di Milano di Paula Nora Seegy inaugura la mostra "Concepire nella materia. Opere scelte di Maria Cristina Carlini", accolta dal 12 al 24 ottobre 2019 nei centralissimi spazi nei pressi di via Torino.

L'esposizione, a cura di Matteo Pacini, presenta un'accurata selezione di sculture e carte di piccole e medie dimensioni, tra cui diversi inediti, dell'artista Maria Cristina Carlini, da oltre quarant'anni esponente di spicco del panorama internazionale.

Si spazia da sculture in grès, bronzo e a tecnica mista, come i Libri bruciati e i suoi iconici Crateri, accostati ad alcuni lavori dalla serie Le Monache e alla svettante Scala, fino alle opere su carta realizzate dall'artista negli ultimi anni. La rassegna quindi ben rappresenta l'instancabile sperimentazione di Maria Cristina Carlini con materiali differenti, da sempre fondamentale nella sua ricerca.

La forza dei suoi lavori risiede, infatti, nell'indissolubile legame con la materia quale elemento primordiale che rimanda all'origine del mondo, capace di evocare memorie in cui convivono passato e presente. E dalla materia così concepita prendono vita opere dalle forme essenziali, che evidenziano il profondo rapporto con la terra, l'uomo e la sua storia.

In occasione dell’inaugurazione di domani, sabato 12 ottobre, la mostra è eccezionalmente aperta dalle ore 11 alle ore 20.30 e prevede un incontro con l'artista alle ore 18.30.

Stampa/PDF
Concepire nella materia