Conferenza internazionale del progetto Q-SORT

Stampa/PDF

Una interessante serie di eventi dedicati al pubblico di non esperti e fruibili da remoto è la novità che contraddistingue la International conference on quantum imaging and electron beam shaping organizzata dal progetto Q-SORT Quantum Sorter – A new measurement paradigm in electron microscopy (H2020-FETOPEN), e che si terrà dal 02 al 05 Luglio 2019 a Erlangen (Germania). La ricca proposta di eventi dedicati all'outreach manifesta la volontà degli organizzatori e partner del progetto di aprirsi alla società.

La conferenza, organizzata con il supporto del Max Planck Institute for the science of light, la Friedrich Alexander University in Erlangen e l’Istituto di nanoscience del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Nano), riunirà esperti di caratura mondiale nell’ambito della strutturazione di fascio elettronico, ottica elettronica degli elettroni liberi, e relativi campi di meccanica quantistica. Saranno presenti istituzioni leader nell’ambito della microscopia elettronica e dell’ottica quantistica i.e. Cnr-Nano, Forschungszentrum Jülich, Technion, Tel-Aviv University, Thermo Fisher Scientific, Max Planck Institute for the science of light, Friedrich Alexander University in Erlangen, University of Glasgow, University of Modena and Reggio Emilia, Maastricht University, University of Ottawa.

La conferenza è però anche l'occasione per offrire una insolita e notevole serie di iniziative rivolte a un pubblico di non esperti, così come gli studenti delle scuole e le donne coinvolte in carriere scientifiche. Lo spirito che anima queste iniziative è quello dell'open science, la condivisione dei saperi scientifici.

Gli interventi degli speaker ospiti della conferenza saranno infatti trasmessi in diretta sulla pagina Facebook di Q-SORT, in forma di cinque webinar interdisciplinari. Uno degli eventi salienti sarà poi l’hackathon, ovvero la maratona di editing organizzata in collaborazione con Wikimedia, durante la quale i partecipanti avranno la possibilità di arricchire la Wikipedia con le voci relative alla microscopia elettronica e beam shaping. Inoltre in un seminario dal titolo Making Open Science Work for You esperti dal CERN, dall’Università di Gottingen e dal progetto OpenAire coordinato dal Cnr-Isti, spiegheranno vantaggi e le sfide dell’open science; gli scienziati di Q-SORT saranno infine ospiti di una scuola superiore locale per raccontare  agli gli studenti i più recenti sviluppi della meccanica quantistica in uno Science Bash condotto da Miles Padgett (Glasgow University) intitolato 'Does God Play Dice?'.

Il progetto Q-SORT e i suoi partner supportano la parità di genere nello sviluppo delle carriere scientifica, per questo durante la conferenza, verrà lanciata una serie di seminari dedicata alle donne in scienza, la Q-SORT Women in Science Lecture Series. Prima ospite di questa iniziativa sarà la scienziata Nahid Talebi, del Max Planck institute for Solid State Research, vincitrice del prestigioso finanziamento ERC e leader del gruppo NanoBeam, che, per l’occasione, ha raccontato a Q-SORT la sua storia. 

Thermofisher Scientific, il partner industriale di Q-SORT, premierà il poster migliore presentato

Il progetto Q-SORT, coordinato dall'Istituto nanoscienze del Consiglio nazionale delle ricerche di Modena (Cnr-Nano), è dedicato a innovare profondamente le tecniche di microscopia elettronica. Finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del competitivo programma FET (Future and Emerging Technologies) nel periodo 2017-2021, Q-SORT avrà un impatto previsto in ambiti e applicazioni che toccano i campi della fisica, della biologia e della biochimica. Il consorzio è composto dai partner: The Ernst Ruska-Centre for microscopy and spectroscopy with Electrons - Forschungszentrum Jülich - DE, Maastricht University - NL, Thermo Fisher Scientific - NL, University of Glasgow - UK, The Max Planck Institute for the science of light - DE, QED Film & Stage Productions Ltd. - UK, University of Modena and Reggio Emilia - IT, coordinato dall’Istituto nanoscienze del Cnr.

Stampa/PDF
Conferenza internazionale del progetto Q-SORT