Cooperazione UE-NATO

Stampa/PDF
Sul tema della cooperazione il Consiglio europeo rammenta le sue conclusioni, del 6 dicembre 2006, sull'attuazione della dichiarazione congiunta del presidente del Consiglio europeo, del presidente della Commissione europea e del Segretario generale dell'Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico (doc. 15283/16).

Il Consiglio si compiace dei progressi compiuti nell'attuazione dell'insieme comune di proposte (42 azioni) e, a tale riguardo, prende atto della relazione presentata congiuntamente dall'alto rappresentante/vicepresidente/capo dell'Agenzia europea per la difesa e dal Segretario generale della NATO a norma del punto 9 delle conclusioni del Consiglio del 6 dicembre 2016.

Si invita a continuare a progredire nell'attuazione dell'insieme comune di proposte e attende con interesse di ricevere la prossima relazione, compresi possibili suggerimenti per la futura cooperazione, nel dicembre 2017.

Si ribadisce che la cooperazione UE-NATO continuerà a svolgersi in uno spirito di totale apertura e trasparenza, nel pieno rispetto dell'autonomia decisionale e delle procedure delle due organizzazioni e in stretta cooperazione con gli Stati membri, che vi saranno pienamente associati. Sarà basata sul principio di inclusività e di reciprocità lasciando impregiudicata la specificità della politica di sicurezza e di difesa di qualsiasi Stato membro. Il Consiglio rammenta che la cooperazione della NATO con gli Stati membri dell'UE non appartenenti alla NATO è parte integrante della cooperazione UE-NATO e, al riguardo, accoglie con favore il contributo positivo degli Stati membri in questione alle attività della NATO. Tali attività costituiscono un elemento costitutivo della cooperazione UE-NATO, e il Consiglio sostiene fortemente il loro proseguimento.

Stampa/PDF
Cooperazione UE-NATO