Crescere in digitale

Stampa/PDF

“La Regione Campania intende partecipare attivamente, dall'inizio alla fine, al progetto Crescere in Digitale”. Così l'assessore alle Attività' produttive, Amedeo Lepore, in occasione della presentazione, alla Camera di Commercio di Napoli, di ‘Crescere in digitale”, il progetto realizzato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Google e Unioncamere rivolto ai giovani disoccupati iscritti al programma “Garanzia Giovani”.

Il progetto parte da Napoli con la sua seconda fase, quella cioè dell'incontro tra i giovani e le imprese. Grazie a questa iniziativa, gli iscritti possono accedere, senza alcun costo, al percorso di formazione disponibile sulla piattaforma www.crescereindigitale.it realizzata da Google, con cui si punta a rafforzare l’occupabilità dei giovani italiani e a favorire la digitalizzazione delle PMI attraverso un percorso formativo composto da diverse fasi: 50 ore di training online, laboratori sul territorio e oltre 3000 tirocini retribuiti nelle imprese italiane.

La Campania ha avuto il numero più alto di aziende che hanno richiesto tirocinanti e il numero più alto di ragazzi che hanno superato la prima fase. Sono infatti già 183 i ragazzi formati in Campania e 91 le aziende disponibili a 145 tirocini. Sono già previste due ulteriori sessioni che aumenteranno il numero dei posti disponibili.

“La Regione vuole partecipare-continua Lepore - perchè è un'ottima iniziativa, utile ad aggregare imprese e capitale umano facendo sistema . Ho proposto a Google Italia, al Ministero delle Politiche Sociali ed a Unioncamere di far crescere questo progetto perchè , se trasformato in qualcosa di strutturale dal Ministero, potrà essere incluso in quel pacchetto di misure già messe in campo dal mio assessorato e da quello del Lavoro diretto dall'assessore Palmeri, per favorire l'occupazione e la crescita delle imprese.

Mi riferisco nel mio caso alla legge sulla semplificazione burocratica appena approvata , al nuovo bando di 120 milioni di euro destinati alle piccole e medie imprese e non utilizzati dalla passata amministrazione, allo sportello unico per le imprese, alle misure fiscali come il credito d'imposta, al miglioramento della fruizione della banda larga , con particolare attenzione alle zone turistiche.

L'assessore al Lavoro, Sonia Palmeri, sottolinea come “l'importanza della diffusione e della conoscenza di Garanzia Giovani sia tra i giovani che tra le imprese, affinché si riesca ad ottenere il matching tanto atteso. La Campania ha rimodulato il piano delle risorse di Garanzia Giovani, inserendo oltre 10milioni di euro sul bonus occupazionale ed altrettanti sulla misura dei tirocini extracurriculari. Dal 13 ottobre scorso chi assume un giovane neet in Campania usufruisce sia del c.d. bonus Renzi che di una decontribuzione fino a 6.000 €. Ad oggi sono quasi 100mila i giovani neet iscritti al programma Garanzia Giovani e quasi 8mila quelli avviati a tirocini formativi, per un totale di quasi 7 milioni di euro erogati. Proprio oggi, mentre stiamo parlando, sono stati autorizzati ulteriori 2.438 tirocini formativi in aziende pubbliche e private. Garanzia Giovani inizia finalmente a decollare anche nella nostra amata regione”.

Infine per Diego Ciulli , manager public policy Google “Google ha scelto di essere motore di sviluppo per l'Italia e proporre un alleanza tra piattaforme digitali e made in Italy, e credo che la presenza qui oggi, di due tra gli assessorati più importanti della Regione Campania sia dovuto alla intuizione che da questa iniziativa possa passare un pezzo del futuro di questo territorio grazie alla creazione di numerosi posti di lavoro”.

Stampa/PDF
Crescere in digitale