• Magazine
  • Esteri
  • Crisi in Georgia: un nuovo rappresentante speciale per l'UE

Crisi in Georgia: un nuovo rappresentante speciale per l'UE

Stampa/PDF

Il Consiglio ha nominato Toivo Klaar rappresentante speciale dell'UE per il Caucaso meridionale e la crisi in Georgia. Il suo compito sarà quello di contribuire a una soluzione pacifica dei conflitti nella regione, in particolare la crisi in Georgia e il conflitto nel Nagorno-Karabakh, nonché promuovere la cooperazione regionale. In particolare, il rappresentante speciale co-presiede e partecipa a nome dell'UE alle discussioni internazionali di Ginevra sulle conseguenze del conflitto del 2008 in Georgia.

Toivo Klaar è attualmente a capo della divisione Asia centrale del Servizio europeo per l'azione esterna (SEAE) e prima di tale nomina ha diretto la missione di vigilanza dell'UE in Georgia. È un alto diplomatico con una vasta esperienza nel SEAE e nel servizio diplomatico estone. Toivo Klaar succede all'ambasciatore Herbert Salber (di nazionalità tedesca), che rivestiva tale carica dall'8 luglio 2014.

I rappresentanti speciali dell'UE promuovono le politiche e gli interessi dell'UE in determinate regioni e paesi nonché le questioni di particolare preoccupazione o interesse per l'Unione. Svolgono un ruolo attivo a favore del consolidamento della pace, della stabilità e dello stato di diritto. La nomina dei primi rappresentanti speciali dell'UE risale al 1996. Attualmente otto rappresentanti speciali dell'UE sostengono l'operato dell'alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza, Federica Mogherini.

Stampa/PDF
Crisi in Georgia: un nuovo rappresentante speciale per l'UE