Dalla sabbia, opere in vetro

Stampa/PDF

BUILDING presenta Dalla sabbia, opere in vetro, il progetto espostivo che inaugura la seconda stagione di BUILDINGBOX dedicato alla ricerca sul vetro contemporaneo. In una vetrina visibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7, su un calendario di 12 mesi, Dalla sabbia, opere in vetro è una mostra collettiva nella quale le varie opere d’arte sono presentate una dopo l’altra, piuttosto che una accantoall’altra: la mostra viene costruita sulla base del tempo.

Il primo artista del ciclo Dalla sabbia, opere in vetro è Koen Vanmechelen. Le due opere Under Pressure e Open Secret dell’artista belga sono il perfetto punto d’incontro e testimonianza del passaggio tra il primo ciclo appena concluso 5779, a cura di Nicola Trezzi, dedicato alla luce e la nuova indagine sul vetro contemporaneo, a cura di BUILDING in collaborazione con Jean Blanchaert.

La scatola di vetro contiene una collezione, un gruppo di uova in vetro e in marmo di proporzioni simili, ognuna un mondo a sé. Sebbene il loro aspetto e la loro trasparenza suggeriscano l’uniformità, ognuna di esse è unica e particolare. La leggerezza della loro superficie è un’illusione, in quanto il vetro è pesante. La loro struttura ovale è la forma della cellula originale, il luogo in cui la vita ha origine. Questa forma organica contrasta con il minimalismo quasi matematico della costruzione e della formula misteriosa sul muro. Un codice genetico. Una molecola di DNA, composta dalle sue unità fondamentali: A, G, C e T. La creazione della vita. Questa scatola funge da espositore o da protezione alla colonia di forme al suo interno, o entrambe le cose? È nel gruppo che diventa evidente la singolare bellezza di ogni ovale di vetro?
Stampa/PDF
Dalla sabbia, opere in vetro