Daniel Sales L.I.F.E.

Stampa/PDF
“L.I.F.E… love input feeling energy” è il titolo della mostra che Daniela Sales ha allestito nei locali de “Il Lavatoio” a Castel di Sangro e che si protrarrà fino alla metà di gennaio.
Nata a Napoli ed adottata dalla cittadina di Alfedena, Daniela Sales trae ispirazioni per le sue opere da entrambi i luoghi.

L’Accademia di Belle Arti di Napoli è stato il suo luogo di formazione insieme agli studi psicopedagogici, specializzata in grafica lavora come illustratrice di libri collaborando alla realizzazione di testi universitari così come di libri per bambini.

Ha sempre disegnato, dipinto, creato, fin da piccola con tutte le varie tecniche, spaziando dal disegno a matita alla pittura, dalla grafica alla fotografia.

Il desiderio di sperimentare la spinge ad usare nuovi materiali quali cementi, colle e resine, per conferire più matericità alle sue opere e cercare così di ottenere nuove evoluzioni artistiche.

Il progetto L.I.F.E. nasce dalla convinzione che tutto ciò che accade, come anche le nostre decisioni, sono frutto di input esterni…”è come gettare un sasso in un lago silenzioso, le prime onde circolari affioreranno intorno al sasso, vicino ad esso. A poco a poco le onde cominceranno ad arrivare sempre più lontano. Un uomo che ama se stesso compie il primo passo verso l’amore autentico. Puoi riempire l’universo intero d’amore, così come un solo sasso può riempire tutto il lago di onde. Se spezzi le onde vicino al sasso, non se ne formeranno più altre…La tua mente interferisce in modo costante con la realtà, dandole un colore, una forma che non le appartiene. La mente che non ti permette mai di vedere ciò che è, ti permette di vedere solo ciò che vuole vedere…” Uno scritto dell’autrice che illustra le sue intenzioni e le sue “ragioni” a monte di L.I.F.E.

I quadri della mostra possono essere definiti “materici”; colle, cementi, pittura acrilica e barchette realizzate con foto e resina ne sono i componenti sapientemente fusi in un unico armonico il cui tema centrale è la natura coi suoi elementi.

Le barchette rappresentano le emozioni, gli eventi, i ricordi…tutto ciò che accade grazie ad input esterni e che Daniela Sales sa interpretare con sensibilità introspettiva e una personale poetica venata di ironia.


Varie le esperienze artistiche della Sales che, oltre ad illustrare libri, ha partecipato a mostre personali e collettive presso Intra Moenia di Napoli, al Circolo Posillipo, all’Accademia di Belle Arti, all’Espace Pierre Cardin sugli Champs Elysées, all’ArtExpo June Barcelona con “Profili”, presso l’Art basel Miami, la collezione L.I.F.E. ha trovato accoglienza presso la Galleria White Dot di Miami, mentre l’opera “Acqua e Fuoco” è stata pubblicata sul catalogo dell’arte moderna “Percezioni contemporanee tra tempo luogo e spazio” dell’ArsEv.

Stampa/PDF
Daniel Sales L.I.F.E.