Destinati all'estinzione

Stampa/PDF

Tanto divertimento ma anche un tema sul quale riflettere. Sono questi gli ingredienti principali del nuovo one man show di Angelo Pintus, in programma martedì 27 novembre al Teatro “Carlo Gesualdo” di Avellino, dal titolo “Destinati all'estinzione”. Uno spettacolo esilarante, ispirato alle piccole e grandi smanie dei nostri tempi, che promette risate a crepapelle su un argomento per certi versi anche molto serio. L'appuntamento sarà anche il primo dei tre “Eventi speciali” fuori abbonamento della stagione 2018-2019 del Massimo del capoluogo irpino.

Dunque, appena il tempo di abbassare il sipario sulla prima del “Teatro Civile” che ha visto protagonista il giornalista Paolo Mieli con “Era d'ottobre”, che il “Carlo Gesualdo” rialza il sipario e lo fa con un'altra performance d'eccezione in data unica.

Con “Destinati all'estinzione”, Pintus torna in tour per girare i palcoscenici di tutta Italia. L’attore brillante, reduce dal grandissimo successo registrato al Teatro Manzoni di Milano con il monologo “E se fosse stato il cavallo?!” (presentato in esclusiva nazionale per 42 repliche in sei settimane alla presenza di 33.276 spettatori), riprende così a far ridere e sorridere il pubblico con uno spettacolo che parla di quelle che sono diventate le singolari abitudini della vita quotidiana di ognuno di noi e le traduce come un sintomo tragicomico di un destino ineluttabile.

A spiegare il senso dello show è lo stesso artista che afferma: «C’è chi parla con il cane e lo fa mentre lo veste, c’è chi guida mentre manda messaggi con il cellulare e c’è chi vuole fare la rivoluzione ma la fa solo su Facebook, c’è chi parcheggia la macchina nel posto riservato ai disabili “tanto sono 5 solo minuti”. C’è chi festeggia il complemese, chi dice ciaone e chi fa l’apericena. Ma soprattutto c’è chi crede che la terra sia piatta e probabilmente si è anche convinto che la colpa sia di Silvio. Sono questi i piccoli segnali che fanno presagire un ritorno… quello dei Dinosauri. Amici miei, che ci piaccia o no, siamo “Destinati all'estinzione”...».

Insomma, c'è da attendersi una nuova carrellata di battute pungenti e riflessioni agrodolci nel solco di quel repertorio comico di qualità che ha eletto Angelo Pintus tra gli artisti più innovativi del panorama italiano. Il divertimento è assicurato.

Intanto, si avvicina anche l'atteso esordio del cartellone “Tradizione e comicità”, per tutti ormai Red, che prevede 10 straordinari appuntamenti. Il primo è fissato per sabato 1 dicembre alle ore 21.00 (e in replica domenica 2 dicembre alle 18.00) con “Mostri a parte”, il nuovo e travolgente spettacolo scritto e diretto da Maurizio Casagrande con Francesco Velonà. Una serata da non perdere per tutti gli amanti della scoppiettante comicità partenopea.

Stampa/PDF
Destinati all'estinzione