• Magazine
  • Economia
  • ECONOMIC COMPLEXITY: UN NUOVO STRUMENTO PER MISURARE IL POTENZIALE DI CRESCITA ECONOMICA

ECONOMIC COMPLEXITY: UN NUOVO STRUMENTO PER MISURARE IL POTENZIALE DI CRESCITA ECONOMICA

Stampa/PDF
Alibaba, colosso cinese delle vendite online, nasconde un segreto industriale in parte italiano: sta realizzando l’analisi dei consumi della Cina grazie a un modello predittivo innovativo ideato dai fisici dell’Istituto dei Sistemi Complessi del Cnr e della Sapienza, da poco recensito anche sulla prestigiosa rivista Nature.

Sviluppando concetti della scienza dei sistemi complessi e ricorrendo all’analisi dei Big Data, i ricercatori sono oggi in grado di misurare il potenziale produttivo dei vari paesi in base al concetto di Fitness, indice che valorizza la qualità e la complessità dei prodotti esportati. Il confronto tra Fitness e il più convenzionale Pil permette di definire il potenziale inespresso e intangibile di un paese in maniera molto più accurata, esaminando aspetti sin qui non sufficientemente apprezzati.

In considerazione della particolare attenzione che il mondo della finanza e le grandi imprese stanno riservando a questi nuovi strumenti di analisi, Area Science Park ha il piacere di ospitare il professor Luciano Pietronero dell’Università Sapienza e fondatore e direttore (2004 – 2014) dell’Istituto dei Sistemi Complessi del Cnr, per una lezione sulla «Economic Complexity» finalizzata a:
• fornire nuove prospettive sulla pianificazione industriale dei territori
• aprire un dibattito sulla competitività basata sulla diversificazione industriale
• permettere di analizzare andamenti e rischi sulla base dei più recenti assunti scientifici.
Stampa/PDF
ECONOMIC COMPLEXITY: UN NUOVO STRUMENTO PER MISURARE IL POTENZIALE DI CRESCITA ECONOMICA