ELEZIONI AMMINISTRATIVE: IL BALLOTTAGGIO

Stampa/PDF

Per i 148 Comuni in tutta Italia in cui si vota per l’elezione del sindaco e del Consiglio comunale alle 12, secondo i fati diffusi dal Viminale, era andato a votare il 15,54% degli aventi diritto, contro il 21,55% del primo turno, quando però si votava anche per il rinnovo del Parlamento europeo. Quattordici i capoluoghi di provincia: Foggia, Biella, Vercelli, Verbania, Teramo, Livorno, Modena, Pescara, Terni, Bergamo, Cremona, Padova, Pavia, Caltanissetta. Tre i capoluoghi di Regione: Potenza, Bari e Perugia. Nelle Regioni a Statuto speciale si vota in un solo Comune del Friuli Venezia Giulia (Porcia), in otto Comuni della Sicilia, tra i quali il capoluogo di provincia Caltanissetta, e in un solo Comune della Sardegna, Alghero in provincia di Sassari.In questo turno di ballottaggio si sceglie solo tra i due candidati sindaci che hanno ottenuto, al primo turno, il maggior numero di voti.Queste Amministrative sono importanti perché dovranno confermare o meno lo straordinario successo del Pd di Matteo Renzi ottenuto al primo turno, due settimane fa, che era però abbinato alle Europee. Sotto la lente d'ingrandimento, in particolare, Livorno, Modena e Padova. Anche a Modena, città di fortissima tradizione di sinistra, per la prima volta il Pd è insidiato dal Movimento 5 Stelle: Giancarlo Muzzarelli (Pd) ha sfiorato la vittoria al primo turno con il 49,7%; l’avversario M5s è Marco Bortolotti (16,3%). A Padova, altra città tradizionalmente di sinistra, è testa a testa tra Pd e Lega: si fronteggiano il sindaco reggente del Pd Ivo Rossi e il candidato della Lega Massimo Bitonci, ex sindaco di Cittadella e capogruppo in Senato del Carroccio. Il primo turno si era concluso in pareggio: 33,7% Rossi e 31,4% Bitonci. A Bari Antonio Decaro, candidato sindaco del centrosinistra, si è fermato a un passo dalla vittoria (49,4%). Il suo avversario di centrodestra, Domenico Di Paola, ha ottenuto il 35,8%. A Bergamo la sfida è tra Giorgio Gori (Pd), e il sindaco uscente Franco Tentorio, sostenuto anche dalla Lega. Il primo turno ha visto prevalere il centrosinistra con il 45,5%, ma Tentorio marca stretto, con il 42,1. A Pavia il sindaco uscente Alessandro Cattaneo parte con un 46,7%; il suo sfidante, Massimo Depaoli (Pd, Idv e una lista civica) ha avuto il 36,4.Crolla l’affluenza ai seggi nel turno di ballottaggio che vede impegnati 148 Comuni in tutta Italia per l’elezione del sindaco e del Consiglio comunale. Alle 12, secondo i fati diffusi dal Viminale, era andato a votare il 15,54% degli aventi diritto, contro il 21,55% del primo turno, quando però si votava anche per il rinnovo del Parlamento europeo. Nel computo dell’affluenza non sono inclusi i dati di Friuli Venezia Giulia e Sicilia. Le urne sono aperte dalle 7 alle 23; lo scrutinio inizierà al termine delle operazioni di voto. In Sicilia si vota domenica dalle 8 alle 22 e lunedì dalle 7 alle 15. Quattordici i capoluoghi di provincia: Foggia, Biella, Vercelli, Verbania, Teramo, Livorno, Modena, Pescara, Terni, Bergamo, Cremona, Padova, Pavia, Caltanissetta. Tre i capoluoghi di Regione: Potenza, Bari e Perugia. Nelle Regioni a Statuto speciale si vota in un solo Comune del Friuli Venezia Giulia (Porcia), in otto Comuni della Sicilia, tra i quali il capoluogo di provincia Caltanissetta, e in un solo Comune della Sardegna, Alghero in provincia di Sassari.Il turno di ballottaggio interessa un corpo elettorale di 4.249.450 elettori, di cui 2.030.531 uomini e 2.218.919 donne. Le urne sono aperte dalle 7 alle 23; lo scrutinio inizierà al termine delle operazioni di voto. In Sicilia si vota domenica dalle 8 alle 22 e lunedì dalle 7 alle 15.

Stampa/PDF
ELEZIONI AMMINISTRATIVE: IL BALLOTTAGGIO