Fibrotomia graduale: importanti novità

Stampa/PDF

Migliorare la qualità della vita dei bambini affetti da paralisi cerebrale e degli adulti colpiti da ictus grazie ad un trattamento chirurgico rapido e non invasivo ora è possibile anche nella Repubblica di San Marino.

Sono ormai passati alcuni anni da quando all’interno del complicato mondo della disabilità, medici, terapisti, pazienti e famiglie hanno iniziato a familiarizzare con il termine  Fibrotomia Graduale (approfondimento del 2014 qui e del 2015 qui).

Personale sanitario più o meno scettico, in cerca di informazioni online o di testimonianze di colleghi, passaparola tra genitori nelle sale d’aspetto di ospedali e centri riabilitativi, scambio di e-mail, forum, gruppi Facebook e Whatsapp dedicati a questa tecnica chirurgica, il cui nome è entrato in punta di piedi in Italia e che ora è considerata una tra le più valide opzioni volte a contrastare la spasticità.

Ad eseguirla il Dottor Alexey Repetunov, medico chirurgo specialista in traumatologia e ortopedia, con esperienza quasi ventennale nell’applicazione della tecnica, in cliniche russe, polacche e spagnole, che fino a poco tempo fa venivano raggiunte dai pazienti italiani e dalle loro famiglie desiderose di vedere i risultati del trattamento chirurgico.

Dal mese di ottobre queste trasferte non saranno più necessarie: il Dr Alexey Repetunov inizierà a praticare periodicamente gli interventi di FIBROTOMIA GRADUALE presso la clinica Domus Medica della Repubblica di San Marino. Un servizio sanitario di pubblica utilità, non proprio sul territorio italiano, ma comunque a km zero e dedicato a qualsiasi disabile la cui patologia porti alla generazione di tessuto fibroso e conseguente spasticità.

Un grande traguardo, raggiunto grazie all’impegno di ogni singolo componente d questo team internazionale, ora premiato dalla soddisfazione degli italiani (e non) che hanno un modo più accessibile per conoscere da vicino la FIBROTOMIA GRADUALE, dando anche la possibilità ai quadri clinici più severi di prendere in considerazione questa tecnica chirurgica, dato che la clinica è facilmente raggiungibile in auto.

Cos’è la Fibrotomia Graduale?

La Fibrotomia Graduale ideata dal Dottor Ulzibat è una tecnica chirurgica di tipo funzionale che solitamente viene praticata in regime di anestesia generale con l’ausilio un particolare microbisturi. Consiste nell’eliminazione, che avviene per via percutanea, di quelle contratture presenti a livello di fascia o fibra muscolare che impediscono o rendono difficile il movimento articolare.

La tecnica ha come obiettivi: il miglioramento del movimento, la riduzione o eliminazione del dolore muscolare o miofasciale e l’arginamento della deformazione articolare.

È possibile intervenire su diversi muscoli o gruppi muscolari durante la stessa operazione e viene considerata a bassissimo livello di traumatismo data l’assenza di tagli sulla cute, cicatrici e sanguinamenti. Nel post-operatorio non sono previste immobilizzazioni o gessi di alcun tipo; ciò contribuisce al rapido ritorno del paziente alle normali attività della vita quotidiana.

I destinatari sono i pazienti affetti da PCI, paraparesi spastica, esiti di ictus e ischemie, fibromialgie, emiplegia, diplegia, tetraparesi, sindrome del tunnel carpale, fasciti plantari e sindrome del dolore.

Contatti:
Silvia Merini
Tel. 3356856713
Email: info@fibrotomy.com
Sito web: www.fibrotomy.com, www.ulzibat.ru
Stampa/PDF
Fibrotomia graduale: importanti novità