Teatro Sannazaro - Il teatro di Napoli

I danni all’economia italiana a causa del coronavirus

Stampa/PDF

È passata quasi una settimana dall’inizio del contagio in Italia da parte del Covid-19. Buona parte del nord Italia sta facendo fronte a zone di quarantena e nuovi casi di contagio. L’intero territorio italiano, però, oltre all’emergenza sanitaria si trova di fronte ad una grande domanda: quali sono i danni all’economia a causa del coronavirus?

I danni all’economia e il coronavirus: il turismo inizia a calare

La paura e gli inviti a non andare in Italia per viaggi di piacere o per lavoro diramati da alcuni Paesi stranieri rischiano di avere un impatto pesante sul settore del turismo. Confturismo stima un’affluenza di 22 milioni di turisti in meno nei prossimi tre mesi. Un calo calcolabile in un forte danno economico di 2,7 miliardi secondo l’associazione di categoria della Confcommercio. I danni sono ben visibili sin da subito grazie all’imminente stagione pasquale che sempre tanto bene ha fatto al turismo e alle casse italiane.
 

La zona rossa ferma l’industria settentrionale e l’export

Attualmente sono quasi 6.000 i lavoratori metalmeccanici lombardi coinvolti da fermi della produzione e riduzione d'orario a causa del Coronavirus. La maggior parte, ovviamente, sono dipendenti di imprese della “zona rossa”, ma sono fortemente interessante anche le aziende industriali di Bergamo, Milano e Cremona. Commercio internazionale, a rischio 138 miliardi di euro. Un’altra batosta rischia di abbattersi sull’export, “grazie” alla registrazione di casi di coronavirus in alcune delle province più incisive sull’export nazionale.
 

Si fermano le scuole… anche al sud

Spostiamoci dall’argomento economico per andare ad analizzare la situazione dell’istruzione italiane. Molte regioni del nord, soprattutto quelle con all’interno zone di quarantena, hanno disposto la chiusura delle scuole e di musei. La chiusura è ancora in attivo ma la situazione si è mossa anche al sud dove regioni come quelle della Campania hanno disposto la chiusura delle scuole di ogni grado (università incluse) fino al 1 Marzo in modo tale da procedere alla completa disinfestazione delle aule (già effettuata, invece, la pulizia straordinaria dei mezzi pubblici).

Stampa/PDF
I danni all’economia italiana a causa del coronavirus