I futuri "Giovani ambasciatori del cibo"

Stampa/PDF

Merendine, pizza e patate fritte consumate davanti alla tv o nelle pause tra una partita e l'altra con la playstation. Molti, troppi adolescenti italiani mangiano male e si muovono pochissimo. Grazie all'iniziativa "Giovani Ambasciatori del Cibo con Pegaso Fit-for-Future" LifeGate, in collaborazione con la rappresentanza della Commissione Europea presente in EXPO Milano 2015, affronta questa problematica dando voce "ai più piccoli", per promuovere uno stile di vita sano attraverso il gioco e la tecnologia.

Un'accademia dedicata ai più giovani sull'alimentazione sana e sostenibile che formerà tanti nuovi "Giovani Ambasciatori del Cibo" che avranno il compito di insegnare ai propri coetanei e ai più grandi come vivere un futuro sostenibile, anche dal punto di vista alimentare.

Expo Milano 2015 apre le porte a questa nuova iniziativa: per tutti i ragazzi di età compresa tra i 13 e i 17 anni (previa iscrizione) desiderosi di fare qualcosa di concreto per migliorare il proprio futuro, l'appuntamento è il prossimo 1° settembre, presso il Padiglione dell'Unione Europea.

Una giornata di gioco, formazione, divertimento e confronto che metterà alla prova ragazzi e genitori. Tra momenti di riflessione e attività pratiche i ragazzi saranno seguiti anche da giovani Ambasciatori che in passato hanno partecipato ad altri eventi di questo genere. Ai giovani partecipanti sarà anche insegnato come parlare di alimentazione sostenibile in un modo nuovo e semplice, divertente e divertendosi.

Sarà inoltre possibile testare in anteprima la piattaforma tecnologica di Pegaso Fit for Future, progetto europeo che mira a promuovere uno stile di vita sano e a diffondere consapevolezza sul tema dell'alimentazione tra gli adolescenti attraverso giochi e tecnologia.

Attraverso una piattaforma educativa in grado di catturare l'attenzione dei giovani con giochi online e spunti di riflessione facilmente condivisibili sui social network, Pegaso Fit for Future cerca di monitorare i parametri fisici dei ragazzi e di introdurli in una community virtuale a cui potranno accedere attraverso un'app. In questa realtà virtuale potranno condividere le buone pratiche compiute offline in ambito alimentare e i traguardi raggiunti nell'attività fisica.

Al termine della giornata tutti i giovani partecipanti verranno nominati "Giovani Ambasciatori del Cibo", con tanto di certificato ufficiale che attesta la qualifica e un invito a proseguire l'attività di sensibilizzazione verso i propri compagni e amici. Senza tralasciare gli adulti, ovviamente! Per una volta saranno i più giovani a insegnare qualcosa ai grandi.

Stampa/PDF
I futuri "Giovani ambasciatori del cibo"