I rinoceronti trovano una seconda casa

Stampa/PDF
Per cinque giorni, in India, quattro rinoceronti: tre femmine e un maschio sono stati traslocati dalla Rhino Ranging Area, Kakraha a South Sonaripur con l'obiettivo di creare una seconda area di riabilitazione a Bhadi, all'interno della zona Belrayan del Parco Nazionale Dudhwa. Gli esemplarisono stati catturati attraverso l'immobilizzazione chimica e trasportati in casse appositamente progettate su camion per la seconda area di riabilitazione del rinoceronte, successivamente sotto assistenza veterinaria i quattro rinoceronti sono stati rilasciati in un recinto. Gli esemplari vengono continuamente monitorati dallo staff del Parco Nazionale Dudhwa, dal dipartimento forestale UP con il supporto dei partner.

Questa iniziativa mira a stabilire una seconda popolazione di rinoceronti, espandendo la propria area all'interno del Parco Nazionale di Dudhwa e riducendo ulteriormente il rischio di malattie in fase di riproduzione. Il programma di traslocazione è stato intrapreso dopo un periodo di pausa di 34 anni. Il primo gruppo di rinoceronti fu catturato in Assam per essere rilasciato a Dudhwa nel 1984 e comprendeva due maschi e tre femmine. Altre quattro femmine del Nepal sono state aggiunte alla popolazione di Dudhwa durante l'anno successivo. La popolazione di rinoceronti a Dudhwa ha continuato a crescere e, a marzo 2015 gli esemplari risultavano essere 32.

Il dipartimento forestale dell'Uttar Pradesh in collaborazione con il WWF-India, con il supporto del Dipartimento forestale di Assam e Wildlife Trust of India (WTI), ha intrapreso la traslocazione di quattro rinoceronti che rappresentano un punto di riferimento significativo nella storia della conservazione del rinoceronte in Uttar Pradesh .

Parlando dell'introduzione del rinoceronte nel Parco Nazionale di Dudhwa, il Sig. Sunil Chowdhary, Direttore del Campo, Dudhwa National Park, ha dichiarato: "Questo è un evento importante nella storia del Parco Nazionale Dudhwa . La zona Belrayan è stata trovata molto adatta per i rinoceronti e la loro presenza farà sì che la popolazione di rinoceronti dell'Uttar Pradesh continui a crescere. La riabilitazione a Dudhwa è stata possibile grazie al duro lavoro e al coraggio dei gruppi di salvataggio e cattura, e mi congratulo con tutti."

A proposito dell'introduzione riuscita dei 4 rinoceronti sub-adulti nella zona Belrayan del Parco Nazionale di Dudhwa, il signor Mahaveer Kaujalagi, vicedirettore del Parco nazionale di Dudhwa, ha dichiarato:"L'introduzione di rinoceronti nella nuova area di riabilitazione nel Parco Nazionale di Dudhwa è un risultato per una migliore gestione dei rinoceronti che coinvolga tutte le parti interessate. "

Parlando della traslocazione, Ravi Singh, Segretario Generale e Amministratore Delegato del WWF-India, ha dichiarato: "La popolazione di rinoceronti con un corno più grande è rimasto stabile nella regione del Terai dell'Uttar Pradesh come risultato degli sforzi concertati del dipartimento della foresta demaniale e di varie organizzazioni partner nello stato. Apprezziamo gli sforzi del Direttore del Campo, del Parco Nazionale Dudhwa e del suo team, partner e comunità per i loro sforzi volti a creare una seconda casa per rinoceronti nel Parco Nazionale di Dudhwa. Il WWF-India auspica il rafforzamento degli sforzi congiunti per la conservazione dei rinoceronti nel paesaggio dell'arco Terai con il dipartimento forestale dell'Uttar Pradesh. Il trasferimento appena evvenuto è un'importante pietra miliare nella conservazione dei rinoceronti che richiede un attento monitoraggio e un'adeguata protezione".

Il WWF-India e il dipartimento forestale UP stanno preparando il terreno per la creazione di un'area di riabilitazione per rinoceronti dal 2015. Nell'attesa di questa reintroduzione, il team del WWF-India presso il Parco Nazionale di Dudhwa ha monitorato i rinoceronti e lavorato con le autorità del parco per facilitare il processo di traslocazione. Il WWF-India è stato sostenuto in questo sforzo dagli U.S Fish and Wildlife Service e dalla rete WWF.

Stampa/PDF
I rinoceronti trovano una seconda casa