IL COMUNE DI NAPOLI A CACCIA DI EVASORI!

Stampa/PDF

Agenzia delle Entrate e Comune di Napoli firmano un'intesa per stanare gli evasori fiscali. Palazzo San Giacomo potrà rimpinguare le proprie casse riscuotendo" la taglia del 30%" spettante per ogni evasore assicurato al fisco

La Direzione Regionale delle Entrate e il Comune di Napoli  collaboreranno nel contrasto all'evasione fiscale sulla base della convenzione siglata oggi nel capoluogo partenopeo, dal Sindaco Rosa Russo Iervolino, dall'Assessore alle Risorse strategiche Riccardo Realfonzo e dal direttore regionale delle Entrate, Enrico Sangermano. L'accordo prevede la collaborazione del Comune all'attivita' di accertamento attraverso l'invio di informazioni utili alla lotta all'evasione attraverso 'Segnalazioni', la procedura telematica ad hoc accessibile tramite il sistema di interscambio con l'Anagrafe tributaria 'Siatel'. Contemporaneamente l'Agenzia delle Entrate darà accesso a un flusso di informazioni utile a rafforzare l'attivita' di lotta all'evasione che il Comune ha recentemente messo in campo con una apposita task force. La convenzione, che si inserisce nell'accordo stipulato da Direzione Regionale e Anci lo scorso 12 febbraio, prevedendo significative innovazioni, consente al Comune di segnalare all'Amministrazione finanziaria i contribuenti che adottano comportamenti potenzialmente evasivi, soprattutto nei settori immobiliare, del commercio, dell'edilizia, delle libere professioni e per quanto concerne il fenomeno delle residenze fittizie all'estero Con questa modalità di collaborazione il Comune di Napoli diviene  importante attore dell'attività di controllo per l'Agenzia delle Entrate, partecipando dinamicamente alle fasi di accertamento fiscale attraverso la trasmissione di informazioni fondamentali per individuare sacche di evasione dei tributi erariali, diretti ed indiretti. Al Comune di Napoli, che implementa questa attivita' senza oneri, andra' il 30% dei tributi statali riscossi a titolo definitivo grazie alla collaborazione prevista dalla convenzione. Il Direttore Regionale dell'Agenzia delle Entrate della Campania Enrico Sangermano ha affermato: "Sono particolarmente contento che il Comune capoluogo della Regione abbia aderito perche' le attivita' di intelligence a livello regionale non possono prescindere dalla collaborazione con gli enti locali che, essendo le Amministrazioni piu' vicine ai contribuenti, rappresentano indicatori attendibili e affidabili della capacita' contributiva che un territorio esprime". "L'intesa con l'Agenzia delle Entrate -affermano il Sindaco e l'Assessore alle Risorse Strategiche del Comune di Napoli- e' particolarmente significativa perche' testimonia l'importante sforzo fatto dall'Amministrazione partenopea nella lotta all'evasione e rappresenta il primo caso in cui un grande Comune italiano sigla un'intesa mirata a perseguire lo scambio sinergico di informazioni per il condiviso obiettivo del contrasto all'evasione, locale ed erariale."

 

Stampa/PDF
IL COMUNE DI NAPOLI A CACCIA DI EVASORI!