Il futuro nei giovani del Sud

Stampa/PDF

Si è svolto questa mattina, presso l'Aula Magna Storica dell'Università degli Studi di Napoli il convegno, organizzato da NetCom Group e Università Federico II di Napoli, dal titolo "Occupazione: il futuro è nel Sud". Al tavolo dei relatori sono intervenuti il Ministro per il Sud, Barbara Lezzi, Andrea Cozzolino, Vicepresidente della Commissione per lo Sviluppo Regionale del Parlamento Europeo, Valeria Fascione, Assessore Regione Campania all’Internazionalizzazione, Start Up e Innovazione, Chiara Marciani, Assessore Regione Campania alla Formazione, Valeria Ciarambino, Presidente della Commissione Trasparenza della Regione Campania.

 
Giovani del Sud: nuove opportunità sul territorio

Offrire ai laureati del Sud un'opportunità lavorativa nelle città in cui sono nati: è questa la sfida che bisogna cogliere oggi per rilanciare il Mezzogiorno. È l'accorato appello del Prorettore dell'Università Federico II , Arturo De Vivo secondo il quale «Il ruolo dell'Ateneo non può essere solo quello della formazione ma deve essere quello di creare opportunità perché le eccellenze che formiamo restino nel nostro territorio. In questa direzione è andato l'investimento nel Polo Universitario di San Giovanni, sorto nei luoghi della ex fabbrica della Cirio, che oggi ospita diverse academy, testimone di collaborazioni con aziende di rilievo internazionale come Apple, Deloitte Cisco e Ferrovie dello Stato. L'obiettivo è che il capitale umano che qui viene formato possa scegliere di trasferirsi nel mondo ma che questa scelta non sia un obbligo, ma ci siano piuttosto occasioni per cui il meglio del capitale umano resti nel nostro territorio».

 
L'azienda d’ingegneristica napoletana, NetCom Group, oltre a essere tra le più affermate d’Europa, da qualche ha stretto rapporti di collaborazioni con le maggiori università del Sud, a partire da quelle di Napoli e Salerno. «Siamo un’azienda votata al futuro – ha spiegato nel suo intervento il presidente di NetCom Group, Domenico Lanzoche non dimentica le sue origini e amplifica la capacità creativa del sud con volontà di rendere concrete le soluzioni tecnologiche che il mercato richiede, esaltando qualità professionali di avanguardia».


 
Giovani del Sud e i fondi del Mezzogiorno

Presente al convegno il Ministro per il Sud, Barbara Lezzi, che ha sottolineato l'inutilità per il Sud dei fondi strutturali europei: «In trent’anni – ha precisato il Ministro Lezzi – non si è fatto praticamente nulla per il Mezzogiorno, ero ragazza e sentivo parlare di piani straordinari per il Mezzogiorno di cui sono letteralmente stufa. Io voglio un piano ordinario per il Mezzogiorno, pretendo politiche omogenee per il Mezzogiorno, e che le Università del Sud abbiano gli stessi stanziamenti di quelle del Nord, cioè bisogna fare cose normali e in piena legalità e trasparenza».

Il Ministro Lezzi ha, poi, ribadito che il reddito di cittadinanza è una misura di civiltà che permetterà a chi è povero di vivere dignitosamente.

 

Stampa/PDF
Il futuro nei giovani del Sud