Il gusto digitale del vino italiano

Stampa/PDF

L’agenzia udinese Unidea, che da più di vent’anni cura la comunicazione e l’immagine di Serena Wines 1881, negli ultimi due anni ha ottenuto una crescita esponenziale nei canali digital, riuscendo a portare l’azienda veneta tra le grandi del “vino social”.

A confermare questa crescita, è stata pubblicata la quarta edizione della classifica “Il gusto digitale del vino italiano”, tratta dall'indagine annuale di Mediobanca sul settore vinicolo e realizzata dalla FleishmanHillard Italia, uno dei maggiori network al mondo di comunicazione integrata. Tale classifica, che riguarda la presenza online delle aziende vinicole italiane, porta  la new entry Vinicola Serena srl, sul mercato Serena Wines 1881, al 15esimo posto su tutto il panorama nazionale

In un universo social più che mai articolato, quello del vino è un settore di particolare rilevanza. Infatti, sempre più aziende operanti in questo campo riservano una grande attenzione al fine di rimanere competitive sul mercato digital, dove non sono sufficienti investimenti cospicui, ma è necessaria una ponderata strategia e un’analisi costante delle esigenze dei consumatori. 

Tra i fattori che hanno delineato la social score, come la presenza online sulle varie piattaforme, la frequenza di aggiornamento e il numero di followers, si inseriscono nuovi elementi degni di nota, in particolare l’attenzione alla territorialità. Quest’ultimo, è sempre stato rilevante per Unidea nella gestione social di Serena Wines 1881 che, con i suoi 136 anni di attività, è stata nominata nel 2011 “Azienda storica d’Italia” dalla Camera di Commercio di Treviso.

La posizione di Serena Wines 1881, che si fa spazio tra colossi quali Campari e F.lli Gancia, rappresenta un risultato importante per l’agenzia udinese, che denota quanto una comunicazione strutturata e una sapiente conoscenza dei mezzi, in questo caso digital, possa fare la differenza nel mercato sia in termini di visibilità, sia, conseguentemente, di fatturato.

Stampa/PDF
Il gusto digitale del vino italiano