Il Ministero della Salute contro l'abbandono degli animali

Stampa/PDF

"Noi non ti abbandoniamo. Il tuo posto è sempre accanto a noi". Questo il messaggio scelto dal Ministero della salute per la campagna 2016 contro l'abbandono di animali domestici.

Gli animali d'affezione non sono peluche, giocattoli inanimati di cui sbarazzarsi quando si vuole ha dichiarato il Ministro della salute, Beatrice Lorenzin -, sono compagni di vita che abbiamo scelto volontariamente di accogliere nelle nostre case, che abbiamo invitato a far parte delle nostre famiglie. Le vacanze estive non possono essere una scusa per disfarsene. È una questione di civiltà. Senza dimenticare – ha aggiunto il Ministro – anche il rischio di incidenti di cui gli animali abbandonati in strada sono troppo spesso causa."

L'abbandono di cani, specialmente a ridosso dei mesi estivi, è ancora, purtroppo una triste realtà. Solo nel 2015, secondo le associazioni animaliste, sono stati quasi 65 mila gli ingressi nei canili in tutto il territorio nazionale. Un dato che non esaurisce il numero potenziale di animali abbandonati.

"La cultura del possesso responsabile è un obiettivo al quale il Ministero della salute punta con decisione. I nostri amici a quattro zampe – ha aggiunto ancora il Ministro – sono una fonte d'affetto inesauribile che siamo chiamati a ricambiare anche con il rispetto e l'assunzione di responsabilità. Scegliere di possederne uno significa assumersi una serie di oneri, non ultimi quello di conoscere da vicino le loro esigenze etologiche, di provvedere al loro benessere, di tutelarlo e di impedirne la riproduzione incontrollata. Facendo le scelte giuste e raccogliendo a tempo debito le informazioni necessarie non è impossibile portare in vacanza il proprio cucciolo. Ricordo anche – ha concluso Beatrice Lorenzin – che sul portale del Ministero sono a disposizione informazioni e consigli utili per viaggiare, in Italia e all'estero, con il proprio animale, in auto, in aereo, in nave o in treno."

La campagna del Ministero della salute, coordinata dalle Direzioni Generali della Comunicazione e della Sanità Animale e dei Farmaci Veterinari sarà on line sul portale del Ministero, sarà veicolata sui social network, su organi di stampa e su testate regionali, in particolare del sud dove il fenomeno resta più diffuso. 

Si avvarrà inoltre della collaborazione dell'associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI) in virtù del fatto che, secondo le norme attuali, sono proprio i Sindaci ad essere chiamati in prima linea nella lotta agli abbandoni e ai maltrattamenti.

La campagna racconta momenti della quotidianità di una famiglia nel corso di un intero anno, vissuti in serenità e gioia con il proprio animale domestico. 

Stampa/PDF
Il Ministero della Salute contro l'abbandono degli animali