Il monitoraggio europeo delle emissioni di CO2

Stampa/PDF

La presidenza bulgara ha raggiunto un accordo informale con il Parlamento europeo in merito a un regolamento sul monitoraggio e la comunicazione delle emissioni di CO2 dei veicoli pesanti nuovi nonché del loro consumo di carburante. Il regolamento rientra negli sforzi globali dell'UE per ridurre le emissioni di CO2 e rappresenta un ulteriore passo avanti verso un'economia competitiva a basse emissioni di carbonio.

Il testo provvisorio sarà presentato agli ambasciatori presso l'UE per approvazione. Una volta approvato, il testo sarà trasmesso al Parlamento europeo, che procederà alla votazione, e quindi al Consiglio per l'adozione definitiva. Entrerà in vigore 20 giorni dopo la pubblicazione nella Gazzetta ufficiale.

Il nuovo sistema di monitoraggio e comunicazione fornirà la base per l'elaborazione e l'applicazione di norme sulle emissioni di CO2 e il consumo di carburante e prepara il terreno per un'ulteriore proposta legislativa che la Commissione intende presentare più avanti nel corso dell'anno.

Per le autovetture e i furgoni le norme sono già in vigore. Il regolamento su cui abbiamo ora un accordo provvisorio riguarda autocarri, autobus e pullman. Per la prima volta le emissioni dei veicoli pesanti immatricolati nell'UE saranno misurate e monitorate in modo standardizzato. Il regolamento consentirà la creazione di un registro centralizzato dell'UE in cui le autorità e i costruttori forniranno dati sulle emissioni di CO2 e il consumo di carburante.

A fini di trasparenza e per consentire un raffronto più agevole fra i diversi modelli di veicoli, i dati in questione saranno messi a disposizione del pubblico, con l'unica eccezione dei casi giustificati dall'esigenza di proteggere dati privati e garantire una concorrenza leale.

Stampa/PDF
Il monitoraggio europeo delle emissioni di CO2