Il nuovo consenso europeo sullo sviluppo

Stampa/PDF

L'Unione Europea e i suoi Stati membri hanno firmato un progetto strategico che delinea il futuro della politica europea di sviluppo. Questo "Nuovo Consenso europeo sullo sviluppo" rappresenta una nuova visione collettiva per eliminare la povertà e raggiungere uno sviluppo sostenibile.

La strategia sviluppata congiuntamente, sotto forma di una dichiarazione comune, è stata firmata durante le "Giornate europee dello sviluppo" dal Primo Ministro di Malta, Joseph Muscat (a nome del Consiglio Europeo e degli Stati membri), dal presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, dall'alto rappresentante/Vicepresidente, Federica Mogherini e dal Presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani .  

Il nuovo consenso europeo sullo sviluppo costituisce un quadro comune globale per la cooperazione allo sviluppo europeo. Per la prima volta, si applica nella sua interezza a tutte le istituzioni dell'Unione europea e a tutti gli Stati membri che si impegnano a collaborare più strettamente.  

Il nuovo consenso riafferma con forza che l'eliminazione della povertà resta l'obiettivo primario della politica di sviluppo europea. L'accordo integra completamente le dimensioni economiche, sociali e ambientali dello sviluppo sostenibile.

L'Unione europea ei suoi Stati membri hanno firmato oggi un progetto strategico, che delinea il futuro della politica europea di sviluppo.Questo "Nuovo Consenso europeo sullo sviluppo" rappresenta una nuova visione collettiva e piano d'azione per eliminare la povertà e raggiungere uno sviluppo sostenibile.

La strategia sviluppata congiuntamente, sotto forma di una dichiarazione comune, è stato firmato oggi durante l'annuale due giorni Giornate europee dello sviluppo da parte del Primo Ministro di Malta, Joseph Muscat, a nome del Consiglio e gli Stati membri, il presidente della Commissione europea , Jean-Claude Juncker , l'alto rappresentante / Vicepresidente, FedericaMogherini , e il Presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani .  

Il nuovo Consenso europeo sullo sviluppo costituisce un quadro comune globale per la cooperazione allo sviluppo europea. Per la prima volta, si applica nella sua interezza a tutte le istituzioni dell'Unione europea e tutti gli Stati membri, che si impegnano a collaborare più strettamente.  

Il nuovo consenso riafferma con forza che l'eliminazione della povertà resta l'obiettivo primario della politica di sviluppo europea. Si integra completamente le dimensioni economica, sociale e ambientale dello sviluppo sostenibile.In tal modo, si allinea l'azione di sviluppo europeo con il 2030 Agenda per lo sviluppo sostenibile , che è anche una dimensione trasversale della strategia globale dell'UE. 

I leader europei sono impegnati a tre aree: 

  1. Essi riconoscono i forti interconnessioni tra i diversi elementi di tale azione. Ciò comprende lo sviluppo e la pace e la sicurezza, gli aiuti umanitari, la migrazione, ambiente e clima, così come trasversali di taglio-elementi, come ad esempio: i giovani; parità dei sessi; mobilità e migrazione; l'energia sostenibile e il cambiamento climatico;investimenti e il commercio; il buon governo, la democrazia, lo Stato di diritto e dei diritti umani; impegno innovativo PVS più avanzati; e la mobilitazione e l'utilizzo di risorse interne.
  2. Il nuovo consenso prende, inoltre, un approccio globale alla modalità di attuazione, che combina aiuti tradizionali di sviluppo con altre risorse , così come politiche sane e un approccio rafforzato alla coerenza delle politiche, ricordando che la cooperazione allo sviluppo UE deve sempre essere visto nel contesto di socio d'Europa gli sforzi dei paesi. Il consenso fornisce la base per l'UE ei suoi Stati membri di impegnarsi in forme più innovative di finanziamento dello sviluppo, sfruttando gli investimenti del settore privato e mobilitare ulteriori risorse nazionali per lo sviluppo.
  3. L'UE ei suoi Stati membri di creare partnership migliori su misura con una più ampia gamma di soggetti interessati, compresa la società civile, e dei paesi partner in tutte le fasi di sviluppo. Essi migliorare ulteriormente l'attuazione sul terreno da lavorare meglio insieme e tenendo conto dei rispettivi vantaggi comparativi.
Stampa/PDF
Il nuovo consenso europeo sullo sviluppo