Il panino giusto oggi è preparato a regola d'arte

Stampa/PDF

Una volta il panino rappresentava il cibo ideale per una pausa pranzo mordi e fuggi, spesso preparato di fretta senza dare troppa importanza alla genuinità degli ingredienti, era considerato un cibo di serie B. Oggi non è più così, il panino giusto, o gourmet, per essere tale deve essere realizzato con attenzione ai particolari. Partendo dalla qualità del pane, che deve essere composto da farine di cereali misti o macinate a pietra; la farcitura deve inoltre essere molto varia e composta da carni dal taglio pregiato, salumi IGP e DOP, oppure scegliendo una delle tantissime varianti vegetariane e vegane. 

Dove trovare i panini gourmet? 

L'aumento dei chioschi di cibo di strada ha portato ad un netto miglioramento della qualità del panino e ha risvegliato la curiosità di tanti chef, anche stellati, che nei loro locali raffinati hanno cominciato a inserire nel menù panini gourmet. Ciò gli ha permesso di rivisitare ricette artigianali e tradizionali, selezionando ingredienti eccellenti come il petto d'anatra, i formaggi freschi aromatizzati, il salmone e diversi prosciutti pregiati. Questa veloce abitudine gastronomica ormai spopola nei migliori locali in tutta Italia, soprattutto nelle grandi città, dove la richiesta di questa tipologia di piatto è altissima.


Da cibo frugale a pietanza creativa e raffinata

Oggi il panino in pausa pranzo si degusta con calma e se preparato nel modo giusto, equilibrando cioè le dosi degli ingredienti, oltre all'apporto di grassi, fibre, proteine e carboidrati, trasformerà un cibo apparentemente semplice in un pasto nutriente e sano. Lo stesso hamburger, spesso considerato un pasto di secondo ordine, oggi viene preparato solo con carne sceltissima di manzo, agnello, pollo, tacchino con tagli particolari e preferibilmente senza grasso. Anche le versioni che includono il pesce in questi ultimi anni stanno spopolando; tra questi vediamo soprattutto panini a base di salmone e gamberi. Oltre a queste varianti, non dimentichiamo naturalmente i panini "sempreverdi", ovvero a base di verdure con spezie, legumi tritati, erbe aromatiche dal profumo intenso e gusto delizioso. Ultimi ma non da meno in quanto a bontà, ci sono i panini etnici, come il kebab o la pita greca, farciti con carne marinata cotta alla griglia o allo spiedo, insalata fresca, patatine fritte croccanti, pomodoro, cipolle, il tutto insaporito con la salsa tzaziki a base di yogurt.

Come preparare il panino giusto

Il panino ideale per mantenersi in forma è sicuramente quello preparato al momento, magari con una farcitura di bresaola, uno dei salumi più magri e leggeri, facilmente digeribile e ricco di proteine nobili. È possibile inoltre aggiungere qualche fettina di uovo sodo, del petto di pollo o del seitan alla piastra. Le proteine non sono abbastanza per uno spuntino nutriente, bisogna prestare attenzione anche ai minerali alle le vitamine. Nel panino allora si possono aggiungere verdure fresche come lattuga, scarola, pomodoro, radicchio e indivia belga o riccia. Il condimento deve essere minimo, un filo di olio extravergine d’oliva, no al sale, ma via libera agli odori e alle spezie e magari un goccio di aceto balsamico di Modena, se volete dare quel tocco di gusto in più. Con l'arrivo della stagione calda è consigliabile utilizzare come condimento una salsa di yogurt o di limone per rendere il panino più fresco e digeribile.

Insomma anche un semplicissimo panino farcito può trasformarsi, se si utilizzano gli ingredienti giusti, in un pasto equilibrato, molto gustoso che può darci la giusta carica per affrontare la giornata.

Stampa/PDF
Il panino giusto oggi è preparato a regola d'arte