Il Premio Birra Moretti Grand Cru

Stampa/PDF

La settima edizione del Premio Birra Moretti Grand Cru, la più importante piattaforma di talent scouting italiana per giovani Chef e Sous-Chef under 35 in Italia, procede a grandi passi. Ora è il momento di scoprire la giuria pluristellata che sarà chiamata a decretare chi, fra i 10 giovani chef in gara, sarà la nuova stella emergente della cucina italiana.                     

Oltre al Presidente Claudio Sadler, chef del Ristorante Sadler di Milano (2 stelle Michelin), faranno parte della giuria:

  • Corrado Assenza, chef e pasticciere Caffè Sicilia
  • Andrea Berton, chef del ristorante Berton (1 stella Michelin)
  • Carlo Cracco, chef del ristorante Cracco (2 stelle Michelin)
  • Giancarlo Morelli, chef del ristorante Pomiroeu (1 stella Michelin)
  • Marco Reitano, sommelier del ristorante La Pergola dell'Hotel Rome Cavalieri (3 stelle Michelin) e presidente di “Noi di Sala”
  • Niko Romito, chef del ristorante Reale (3 stelle Michelin)
  • Luigi Salomone, chef del ristorante Piazzetta Milù, vincitore della terza edizione del Premio Birra Moretti Grand Cru (2013), neo-stella Michelin
  • Michela Scarello, maître e sommelier del ristorante Agli Amici (2 stelle Michelin)
  • Luigi Taglienti, chef del ristorante Lume (1 stella Michelin)
  • Viviana Varese, chef di Alice Ristorante presso Eataly Milano Smeraldo (1 stella Michelin)

Accanto a loro Paolo Marchi, ideatore e curatore di Identità Golose - The International Chef Congress, e Alfredo Pratolongo, Presidente della Fondazione Birra Moretti.

Promosso dalla Fondazione Birra Moretti in collaborazione con Identità Golose, il Premio Birra Moretti Grand Cru è un vero e proprio trampolino di lancio, nelle passate edizioni ha scoperto e promosso oltre 879 giovani emergenti, offrendo loro una concreta opportunità di mettersi in luce davanti ai più importanti Chef del panorama italiano. Negli anni, ha anche contribuito a promuovere il ruolo della birra nell’alta ristorazione, favorendone il consumo a tavola e portando innovazione all’intero comparto della birra e del food.

Uno sguardo sul premio

Per partecipare al concorso, gli chef e sous chef di età non superiore ai 35 anni hanno inviato la ricetta di un piatto, salato o dolce, comprendente una o più delle diciotto birre della famiglia Birra Moretti come ingrediente e in abbinamento. Il tema da cui hanno tratto ispirazione per questa settima edizione è: “Creatività e birra a tavola”. L’obiettivo è dimostrare che versatilità, leggerezza, varietà, gusto e accessibilità della birra ben si abbinano all’alta cucina, fatta di tante e diverse tradizioni gastronomiche. Per il vincitore, che sarà decretato nella sfida finale il prossimo 6 novembre, a Milano, un premio del valore di 10mila euro, finalizzato a sostenere la crescita professionale di questi giovani chef. Un contributo concreto per aiutarli a farsi strada nel mondo della ristorazione che, negli anni passati, è andato, tra gli altri, a Giuliano Baldessari, Luigi Salomone e Christian Milone, oggi stellati.

Il voto popolare

Anche quest’anno, il pubblico sarà chiamato a scegliere la propria ricetta preferita, tra le dieci finaliste, tramite voto online sull'apposito mini-sito all'interno della piattaforma www.identitagolose.it. Le votazioni saranno aperte fino al prossimo 2 novembre. In palio, a estrazione, una cena per due persone, in un ristorante di cucina d’autore

Stampa/PDF
Il Premio Birra Moretti Grand Cru