Il premio Fedic

Stampa/PDF

Va al film “I villani” di Daniele De Michele la menzione speciale Fedic-Il Giornale del Cibo, assegnata “all’opera che ha proposto la scena più significativa legata al cibo e all’alimentazione” nell’ambito della 75° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

Presentato alla Mostra nella Settimana Internazionale della Critica, “I Villani” è stato scelto perché, come recita la canzone di chiusura del documentario, è in grado di mostrare con forza ed emozione che “senza l'uomo la terra non c'è più”. Il film infatti descrive il duro lavoro di alcuni agricoltori, pastori e pescatori, dalla Sicilia al Trentino, e lo fa attraverso la loro voce e le loro parole. Quello che emerge è un monito a conservare e a non disperdere riti e tradizioni che stanno alla base della cucina italiana, che è un patrimonio ma anche un atto d'amore, come testimonia il pranzo fra i protagonisti, fra sudore, gioia e senso di gratificazione.

La quinta edizione del premio collaterale Fedic, Federazione Italiana dei Cineclub, rafforza la collaborazione tra la Federazione e Il Giornale del Cibo, magazine online edito da CIRFOOD.

Una collaborazione nata per celebrare il cibo e i suoi valori attraverso il linguaggio cinematografico che, come poche altre espressioni artistiche, è capace di raccontarne il ruolo culturale e sociale” – afferma Giuliano Gallinidirettore marketing strategico di CIRFOOD, tra i componenti della giuria.  “Con questo riconoscimento CIRFOOD ribadisce l’importanza che dedica a valori come innovazione, legalità, democrazia, sostenibilità e accessibilità, alimentando un’idea di trasmissione delle tematiche legate al cibo anche attraverso diversi strumenti e linguaggi”, conclude Gallini.

Stampa/PDF
Il premio Fedic