Il Programma Operativo "Città Metropolitane 2014-2020"

Stampa/PDF

La città di Napoli presenta i progetti di sviluppo urbano che intende realizzare con gli oltre 90 milioni di euro messi a disposizione dall’Unione europea con il Programma Operativo Città Metropolitane 2014-2020.

L’appuntamento, che si terrà a Castel dell’Ovo, rappresenta un primo momento di apertura e condivisione con la città dei 36 progetti per oltre 86 milioni di Euro che Napoli ha messo in cantiere attraverso il PON Metro con un piano di azione mirato allo sviluppo del territorio e prevalentemente concentrato su quattro pilastri fondamentali: l’agenda digitale metropolitana, con 12 progetti e 13,35 milioni di euro di dotazione finanziaria; la sostenibilità dei servizi pubblici e la mobilità urbana, con 4 progetti e 32,38 milioni di euro disponibili; i servizi per l’inclusione sociale, con 11 progetti e 21,16 milioni resi disponibili dal Fondo Sociale Europeo e le infrastrutture per l’inclusione sociale, con 7 progetti e poco più di 18 milioni di euro.

Ad illustrare visioni, progetti e azioni del PON Metro Napoli sarà il sindaco di Napoli Luigi de Magistris il cui intervento è previsto alle ore 12.00.

Interverranno nell’arco delle 3 sessioni di lavoro:

- Giorgio Martini, Autorità di Gestione del PON Città Metropolitane 2014-2020 dell’Agenzia per la Coesione Territoriale, il responsabile dell’Organismo Intermedio del Comune di Napoli Attilio Auricchio e il responsabile Area Mezzogiorno e Politiche per la coesione territoriale di Anci Francesco Monaco.

- L’assessore alle Infrastrutture, Lavori Pubblici e Mobilità Mario Calabrese, che si concentrerà sugli interventi di mobilità urbana sostenibile e subito dopo l'intervento del Sindaco de Magistris delle ore 12  ci sarà quello dell’Assessore alle politiche urbane Carmine Piscopo, previsto alle 12,45, che parlerà del progetto di rigenerazione delle Vele di Scampia.

- L’ultima sessione inizierà,  dopo una breve interruzione dei lavori, con l’Assessore al lavoro e alle attività produttive Enrico Panini, che si concentrerà sui progetti di Agenzia Sociale per la casa e Social Innovation, oltre che sul ridisegno e modernizzazione dei servizi urbani attraverso l’agenda digitale. Alle ore 15,30 all’assessore al Welfare Roberta Gaeta, infine, spetterà il compito di illustrare la dimensione inclusiva di Napoli con i percorsi di autonomia guidata e contrasto alla marginalità estrema inseriti nel PON Metro.

Stampa/PDF
Il Programma Operativo "Città Metropolitane 2014-2020"