Il programma “RSPP Lab Science of Safety 2019”

Stampa/PDF

Prende il via domani a Napoli il programma “RSPP Lab Science of Safety 2019” di 3M, società che traduce la scienza in soluzioni capaci di migliorare concretamente la vita di tutti i giorni. L’iniziativa, giunto alla sua seconda edizione, consiste in un percorso itinerante che prevede 8 tappe in tutta Italia, grazie al quale i professionisti Responsabili della Sicurezza avranno la possibilità di confrontarsi sul tema della prevenzione e della gestione del rischio negli ambienti confinati con tecnici 3M ed esperti giuridici, quale l’avvocato giuslavorista Lorenzo Fantini, che tra il 2003 e il 2013 è stato dirigente del Ministero del lavoro con competenza in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Nel 2018, il tour Science of Safety di 3M ha visto la partecipazione di oltre 630 tra RSPP e ASP di circa 450 aziende.

Per ospitare la prima tappa del tour “RSPP Lab Science of Safety 2019” – che si terrà domani alle ore 9 presso l’Eurostars Hotel Excelsior di Napoli - è stata scelta la città di Napoli, in rappresentanza della regione Campania. Il preoccupante quadro tracciato dall’INAIL evidenzia che, in Campania, le denunce di infortunio sono aumentate del 2,85% tra il 2017 e il 2018 (da 22.123 a 22.754). Di queste, 87 hanno avuto esito mortale, segnando una crescita del 45% rispetto all’anno precedente. A livello nazionale le denunce di infortunio nel 2018 sono state 641.261, in aumento dello 0,92% rispetto al 2017, di cui 1.133 con esito mortale, segnando un +10,11% rispetto allo scorso anno.

Partendo dai dati INAIL, l’Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega Engineering, ha invece elaborato le statistiche relative agli infortuni mortali sul lavoro a livello provinciale occorsi nel 2018, considerando solo i decessi accaduti in occasione di lavoro, con esclusione quindi di quelli in itinere. Con riferimento alla regione Campania, i decessi sul lavoro dello scorso anno sono stati: 32 a Napoli15 a Salerno14 a Caserta3 ad Avellino2 a Benevento.

Il tema affrontato nel programma “RSPP Lab Science of Safety 2019” sarà “L’applicazione della Nuova Norma UNI 11719:2018 per le attività in spazi confinati”. L’ambiente confinato rappresenta una delle sfide più difficili nell’esecuzione della valutazione dei rischi per gli RSPP, poiché anche la loro semplice identificazione è un’operazione non banale. La scelta delle attrezzature che proteggono il lavoratore, e che allo stesso tempo consentono di eseguire l’attività in modo agevole e confortevole, può risultare complessa se non assistita da esperti del settore. In particolare l’incontro di Napoli si focalizzerà sull’applicazione della Nuova Norma UNI 11719:2018, che delinea una guida alla scelta, all’uso e alla manutenzione degli apparecchi di protezione delle vie respiratorie.

Riguardo alla tematica degli spazi confinati, l’avvocato Fantini sostiene che la tutela della salute e sicurezza dei lavoratori impegnati in ambienti confinati è un tema centrale per i servizi di prevenzione e protezione. L’obiettivo del tour è descrivere, anche attraverso la ricostruzione di eventi realmente accaduti, ciò che la normativa e la più recente giurisprudenza (con particolare riguardo alle sentenze della Corte di Cassazione) chiede alle aziende e agli RSPP rispetto alla conoscenza e applicazione delle procedure obbligatorie previste dal D.P.R. n. 177/2011”.

3M è da sempre sensibile al tema della sicurezza sul luogo di lavoro e si pone l’obiettivo di tutelare la salute e l’incolumità dei lavoratori, mettendo a disposizione la professionalità dei suoi tecnici e la sua profonda conoscenza degli standard industriali. 3M aiuta le aziende di tutto il mondo a risolvere le esigenze di protezione e sicurezza negli ambiti più disparati. Quest’esperienza si traduce non solo in prodotti e tecnologie innovative, ma anche in consulenza sull’individuazione dei rischi e sulla loro gestione come prescritto dalle normative.

Stampa/PDF
Il programma “RSPP Lab Science of Safety 2019”