IL TEATRO DI SALVATORE DI GIACOMO

Stampa/PDF

Gioco una brutta carta, arrischiatissima, ma in nome della verità

Nell'ambito del ciclo di seminari promosso dal Master di II Livello in Letteratura, Scrittura e Critica Teatrale, coordinato dal prof. Pasquale Sabbatino presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Ateneo Federiciano, si terrà mercoledì 5 ottobre alle ore 14.30 (aula multimediale 342) il seminario di studi del professore Toni Iermano, docente dell'Università di Cassino, su Salvatore di Giacomo e sull'opera di Assunta Spina. Sulla "Rivista di Letteratura teatrale", che da varie annate pubblica materiali e indagini sul teatro digiacomiano, è in uscita uno studio sull'Assunta Spina in cui si offre una lettura inedita del dramma di Di Giacomo, incentrata sull'uso di un materiale iconografico di varia provenienza. Dopo aver tracciato gli eventi principali legati alla rappresentazione teatrale dell'Assunta Spina a partire dalla ‘prima' del 1909, si passano in rapida rassegna le tappe della recezione del dramma dal 1909, appunto, fino alla critica più recente. Si propone quindi un'interpretazione del dramma nel raffronto fra le varie versioni della storia di Assunta (racconto; pièce; copione cinematografico), cercando di individuarne i motivi portanti alla luce della tormentata biografia dell'Autore. Legati anche alla sicura conoscenza della pittura e dei monumenti di Napoli da parte di Di Giacomo, numerosi sono gli ‘indizi' iconografici che affiorano nel dramma con una forte funzione simbolica (dal riferimento all'Assunzione del Morelli a quello alla Fontana della Spinacorona) e nell'insieme offrono una chiave privilegiata e originale per una comprensione profonda del testo. Toni Iermano, autore del saggio, e Pasquale Sabbatino, direttore della rivista, discuteranno con gli studenti del Master i risultati di questi loro studi.

   
Stampa/PDF
IL TEATRO DI SALVATORE DI GIACOMO