Incontri Salentini

Stampa/PDF

Esordisce dal 15 al 18 giugno Incontri Salentini che per il suo numero zero si misura con il tema dei Narratori dei Confini, molto attuale in tutta Italia e in particolare in quella zona del Salento aperta a tutti i mari del sud. In quattro giorni, in tre luoghi diversi, tutti molto suggestivi, sei scrittori daranno luogo a confronti differenti che esploreranno alcuni dei tanti significati del confine, ieri e oggi.

La rassegna, curata da Gabriella Buontempo e organizzata dagli Incontri internazionali d’arte di Roma insieme alla Kasa dei libri di Milano, vedrà tra i protagonisti stranieriEmmanuel Carrère, Elsa Osorio e Pep Puig insieme a tre autori italiani Marco Balzano, Andrea Kerbaker e Pier Luigi Vercesi.

Inizierà giovedì 15 Andrea Kerbaker, intervistato da Mario Carparelli, che parlerà del confine tra legalità e sicurezza, visto retrospettivamente attraverso una oscura vicenda dei primi anni Settanta, raccontata ne La rimozione (Marsilio). Ma si parlerà anche del ruolo salvifico dei libri affrontato nel suo Diecimila (Interlinea).

Pure negli anni Settanta è ambientata la storia che racconta Pier Luigi Vercesi ne Il marine (Mondadori), fedele narratore di un dirottamento che varca l’oceano e tocca due continenti. Insieme a lui, di scena venerdì 16 al Palazzo Romano di Patù, c’è Pep Puig, autore catalano, quindi esperto di confini per definizione, che racconterà della sua Vita senza Sara Amat, premiato in Spagna con il prestigioso Premi Sant Jordi e appena pubblicato in Italia da Marsilio.

Sabato 17 al Lido Marinelli di San Gregorio si incontreranno Marco Balzano, autore di origine pugliese che ha vinto il Premio Campiello 2015 con L’ultimo arrivato, e – a partire dal suo esordio con Il figlio del figlio - si è sempre occupato delle fasce meno protette. I libri di Balzano sono editi da Sellerio; con lui, Elsa Osorio, una delle autrici argentine che ha affrontato con maggior coraggio il tema incandescente dei desaparecidos, notissima per I vent’anni di Luz, che ora presenta il suo nuovo romanzo, Doppio fondo, pubblicato in Italia in prima mondiale da Guanda.

La conclusione, domenica 18 sulla scalinata monumentale di Santa Maria di Leuca è affidata a Emmanuel Carrère, l’autore di romanzi imperdibili come L’avversario,Limonov e Il regno, che qui parlerà anche del suo recente reportage di frontiera, A Calais. Lo modererà Andrea Kerbaker.

Stampa/PDF
Incontri Salentini